Visitare il Castello di Köpenick: quello che c’è da sapere

Berlino è ricca di luoghi interessanti sconosciuti ai più. Il Castello di Köpenick è uno di questi. Eppure parliamo di un luogo dove è passata la Storia. Oltre ad esser stato la residenza di importanti membri degli Hohenzollern (del Principe Elettore Federico III prima, e della Principessa Henriette Marie anni dopo), in passato fu utilizzato dal Re di Svezia Gustavo II Adolfo Vasa come quartier generale nel corso della Guerra dei Trent’anni – nel 1631.

Visitare il Castello di Köpenick: quello che c’è da sapere

Castello di Köpenick Berlino

Oggi all’interno del palazzo barocco è ospitato il Kunstgewerbemuseum (Museo delle arti e mestieri), con opere d’arte di pregevole fattura. Una collezione eccezionale che spazia da mobili di inestimabile valore ad arazzi, boiserie e carta da parati. Specchi, orologi, lampade e centrotavola che un tempo appartenevano all’arredamento standard di soggiorni e saloni di grandi case e palazzi.

Tra i punti salienti della mostra permanente ci sono le boiserie intarsiate dei palazzi di Haldenstein e di Höllrich risalenti alla metà del XVI secolo, la Camera degli specchi di Wiesentheid del 1724/25 e la Sala delle lacche con scene decorative in stile cinese creata nel 1740/50 per Palazzo Granieri a Torino.

L’highlight della visita al Castello di Köpenick rimane però la Wappensaal, dove potrete vedere il servizio da tavola commissionato da Federico II nel 1767 alla Königliche Porzellan-Manufaktur Berlin (KPM) per il palazzo comunale di Breslavia. Poche stanze più avanti, i visitatori possono ammirare il famoso buffet d’argento che un tempo si trovava nella Rittersaal del Castello di Berlino.

Castello di Köpenick

A proposito della Wappensaal: è proprio qui che il 25 ottobre 1730 si radunò la Corte Marziale nel processo per diserzione contro il principe ereditario Friedrich ed il suo amico Hans Hermann von Katte.

Una cosa è certa, se non per la collezione al suo interno, il Castello di Köpenick va visitato per respirare un po’ la Storia della Prussia. Inoltre, i suoi interni sono davvero degni di nota. Il palazzo barocco che vediamo oggi è il risultato dell’ultima modifica effettuata nel 1690. Nel 1994, a Germania riunificata, iniziò un vasto restauro che ha portato alla luce le fondamenta del vecchio palazzo, oltre a stucchi ed affreschi.

Il Castello di Köpenick è visitabile dal martedì alla domenica, dalle 11 alle 18. Il biglietto d’ingresso costa sei euro, tre il ridotto. Sito web: https://www.smb.museum/

Se l’articolo ti è piaciuto metti “mi piace” alla nostra Pagina Facebook e condividilo con i tuoi amici! Trovi Berlino Caput Mundi anche su Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.