Crea sito

In Brasile la prima social smart city sostenibile targata Italia

Le principali città del Brasile sono un’esempio lampante della totale assenza di pianificazione urbanistica. Grattacieli che spuntano come funghi senza opere di viabilità, favelas di decine di migliaia di persone in spazi a dir poco ristretti, continui blackout, traffico congestionato etc etc

Sembra strano ma proprio qui, alle porte della città di Fortaleza, nel Cearà, è in corso di realizzazione la prima “social smart city”.

Croatá Laguna Ecopark sorgerà entro la prima metà del 2016 a una cinquantina di km da Fortaleza. Sarà composto da 6000 case disposte su 330 attari, ed ospiterà 21mila persone, oltre ai servizi, scuole e a degli insediamenti industriali e artigianali.

Il progetto rientra nell’orbita di “Minha Casa, Minha Vida“, un costoso progetto di realizzazione di case popolari collocate in nuovi quartieri più vivibili, spostando qui le persone che vivono nelle Favelas. I più perfidi dicono che il grosso dei nuovi residenti di questi quartieri vengono da favelas poste sul lungomare o cmq in zone di pregio.. una volta liberate queste zone verranno costruiti nuovi grattacieli e hotel, alla faccia della città sostenibile!!

Di sicuro non ha pensato a questo l’italiana Planet Idea, che ha da poco presentato il progetto all’Expo di Milano.

“Ogni individuo ha il diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia, con particolare riguardo all’alimentazione, al vestiario, all’abitazione, e alle cure mediche e ai servizi sociali necessari […]”

(art. 25, comma 1, Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo)
smart city
Smart City: Croatá Laguna Ecopark a 50km da Fortaleza

PERCHE’ SOCIAL SMART CITY

Anche una famiglia umile può vivere in una casa decente, pur essendo molto economica, e in un contesto ordinato, con servizi e infrastrutture. Questo progetto sociale di edilizia popolare a basso costo (100-120mila reais a unità abitativa) è realizzato in modo intelligente (smart) dal punto di vista dell’integrazione ottimale della Pianificazione urbana, dello Studio Architettonico, delle Infrastrutture, dei Servizi, dell’ICT e dei Progetti Social.

Insomma, una città smart può essere destinata anche alle classi medio basse, non solo ad una ristretta élite.

La nuova città è realizzata in un’area isolata e a bassissimo costo della terra, in modo da incidere davvero poco sul prezzo finale, si alimenta in modo più efficiente anche grazie a energie rinnovabili (pale eoliche molto diffuse nel Cearà per esempio), offre un’ottimo sistema di mobilità (meno emissioni e meno costi), più sicurezza (ottimizzazione dell’occupazione degli spazi pubblici, illuminazione..), bassi costi di gestione e manutenzione, ottimizzazione della distribuzione dell’acqua (anche quella da bere), il tutto con il valore aggiunto dell’innovazione tecnologica, come delle oasi con internet Wi-Fi gratuito.

Insomma, una qualità di vita migliore a costi più bassi.. era così semplice!  L’alternativa è vivere ammassati, nel traffico, in zone buie e insicure, al rischio di continui assalti di banditi o di rimanere in mezzo a una sparatoria tra spacciatori, una triste realtà nei quartieri più poveri di Fortaleza.

spiaggia urbana a Fortaleza
lungomare a Fortaleza