Brasile on the Road. I 4 itinerari più avventurosi

Avventurieri ed appassionati di vacanze on the road, armatevi di macchina fotografica e partite per il Brasile!

Vi propongo infatti 4 itinerari selvaggi, immersi nella natura brasiliana, poco conosciuti e di diverse difficoltà.
Paesaggi da sogno e avventure uniche all’insegna dell’Ecoturismo che in pochi possono raccontare!

Brasile on the Road
Brasile on the Road

 ECCO IL BRASILE ON THE ROAD

dall’Atlantico al Pacifico

1- INTEROCEANIC HIGHWAY, TRA BRASILE E PERÙ

Anche il Sud America ha il suo coast to coast: la Transoceanica!
Si parte dalle coste atlantiche di Santos o Rio de Janeiro fino alle coste sull’Oceano Pacifico del Perù, attraversando la nuovissima Interoceanic Highway, da Rio Branco fino al porto peruviano di San Juan de Marcona (o i porti di Maratani e Ilo).
Essendo tutto su strade asfaltate, questo percorso di 5500km è il meno difficile nonostante attraversi territori che vanno dalla foresta amazzonica ai ghiacciai in alta quota delle Ande, tanto da essere adatto anche ai tir (la strada nasce infatti a scopi commerciali).

INTEROCEANIC HIGHWAY
INTEROCEANIC HIGHWAY

La “Carretera Interoceánica” nasce con la realizzazione di varie opere, come il ponte sul Rio Acre (tra Inapari e Assiz) che collega i due stati sudamericani, e il passaggio del Rio Madeira, un grosso affluente del Rio delle Amazzoni.
22 nuovi ponti in tutto, il più lungo di 722 metri a Puerto Maldonado, sul fiume Madre de Dios.

Il passo andino più alto è addirittura a 4850 metri, e si passa a meno di un ora da Cusco e la celebre Machu Picchu (raggiungibile con un treno proprio da Cusco).
E’ possibile inoltre partire da San Paolo e raggiungere Lima, come ben descrive questo blogger.

Ecco alcune fonti e info:
http://www.roadtraffic-technology.com/projects/interoceanichighway/
http://www.motoviagemadventure.com.br/
http://www.viator.com/Brazil-tourism/New-Transoceanic-Highway-Through-the-Amazon/d79-t4188
http://www.mototuristas.com.br/viagens/america-do-sul/peru/rodovia-do-pacifico-brasil-peru/

Tratto nello stato amazzonico del Rondonia

2- TRANS AMAZZONICA

transamazzonica
transamazonica


Nota ufficialmente come BR-230, la Trans-Amazonian Haighway (Rodovia Transamazonica) taglia in orizzontale il Brasile per ben 4mila km e passando per 7 stati:  Paraíba, Ceará, Piaui, Maranhão, Tocantins, Pará e Amazonas.

Temperature equatoriali, clima torrido e con forti escursioni termiche, piovoso e inospitale, questa strada vi permetterà di immergevi nella natura selvaggia dell’Amazzonia.
Il percorso è difficile, in quanto solo a est (dal suo inizio a Joao Pessoa) troverete l’asfalto: si può dire che la Trans Amazzonica sia una grande opera incompiuta. Difficile avere la meglio contro la natura.. anche se di danni negli ultimi 40 anni l’uomo ne ha fatti, e non pochi.

Inutile dire che, durante la stagione più piovosa, gran parte del tracciato risulta impraticabile. Capitano spesso piene di fiumi, smottamenti e allagamenti che possono lasciarti isolato per giorni.

La stagione migliore è quindi la luglio a ottobre, e gli esperti consigliano una visita al tratto dalla diga (ancora in costruzione) di Belo Monte fino al villaggio di Labrea. La diga, la terza più grande al mondo), è sotto le lente degli ambientalisti e degli indios per il forte impatto sul territorio.

Gli amanti dell’ecoturismo ameranno visitare il Parco Nacional da Amazonia (ai margini del Rio Tapajos, non lontano da Itaituba e Santarem, città raggiunte dalla Transamazzonica), dove è possibile praticare numerose attività nel totale rispetto della natura e visitare le cascate do Tracoa’ e il circuito dei laghi dos Patos, Dos Capivaras e do Jacaré.
Qui alcune informazioni.

Rio Tapajos

3- BR-319

BR-319
BR-319

Questa strada di 880 km collega Porto Velho a Manaus, dallo stato del Rondonia fino al profondo dell’Amazzonia.
Bisogna innanzitutto evitare di partire nei mesi più piovosi, infatti la strada è spesso sterrata e in alcuni punti ai limiti della praticabilità, col serio rischio di rimanere bloccati tra le anaconde e altre bestie poco simpatiche!
Da Porto Velho fino a Humaita le strade sono perfette, ma più in la nella foresta potrete trovare ponti abbattuti e strade cancellate.

Gli esperti consigliano di viaggiare tra agosto e settembre, completando in viaggio in 4 giorni: troverete pousadas, pompe di rifornimento e ristorantini lungo il tragitto.
Durante il tragitto si possono visitare le seguenti città: Humaitá, Lábrea, Manicoré, Careiro, Manaquiri, Autazes e Careiro da Várzea.
Volendo, da Manaus si può arrivare in Venezuela, con la strada 174

Le due città sono inoltre collegate da una via fluviale.. quindi potete fare il viaggio anche in barca in 4 giorni! Ma non sarà una crociera extra lusso… e fate attenzione: il porto è una zona pericolosa, non soffermatevi troppo.

 

Per approfondire:
http://www.dangerousroads.org/south-america/brazil/2067-br-319.html
http://tarmo-rtw.blogspot.it/2013/09/rodovia-fantasma.html

 


4- TRANSPANTANEIRA

transpantaneira
transpantaneira


La Transpantaneira (MT-060) è una strada sterrata di 147km attraverso il territorio brasiliano del Pantanal, tra Poconé e Porto Jofre.
Situata nello stato del Mato Grosso, questa “strada” è intervallata da ben 122 ponti in legno.
L’intera regione nel periodo delle piogge diventa infatti un’enorme acquitrino… e molte strade spariscono letteralmente!

Scoprire il Pantanal in auto è un’avventura unica essendo un’area selvaggia tra le più ricche di flora e fauna al mondo.

Altre informazioni:
http://www.pantanal-pocone.net/en/pantanal/pantanal_transpantaneira.php
http://www.zingarate.com/foto/brasile/viaggi-in-the-road-sud-america/interoceanic-highway.html
http://brasilporterra.com/
http://challengingyourdreams.com/blog/?p=1092

 

Infine vi consiglio un sito, questo, una sorta di guida Michelin per studiarvi i tracciati dei vostri viaggi all’insegna del Brasile on the Road!

2 comments on “Brasile on the Road. I 4 itinerari più avventurosi

  1. quei ponti di legno ispirano veramente poca fiducia….!!