Cristo si è fermato a Rio – La porta dei Demoni (Unicopli 2019)

Segnalo una nuova pubblicazione dell’editore Unicopli di Milano: si tratta di una collana con 4 nuovi libri tra i quali “Cristo si è fermato a Rio“, di Matteo Gennari.

 

UNICOPLI
UNICOPLI

LA PORTA DEI DÈMONI

Una collana di narrativa a cura del giovane scrittore Flavio Santi – per raccontare, davvero, l’oggi, in molteplici sensi.

 

“Con questa collana intendiamo dare voce a narrazioni di varia fattura – dal giallo alla spy story, dall’autofiction ai racconti, dal resoconto di viaggio al romanzo psicologico… – con una caratteristica forte in comune: parlare dell’oggi ai lettori di oggi, muovendoci nello spazio e, magari, anche tornando indietro nel tempo. Ma parlarne davvero, nel duplice senso di “dal vero” e “con verità”.

I quattro libri che inaugurano la collana saggiano vari scenari: dall’universo “dorato” dei ristoranti stellati, in Q.B. di Matteo Colombo, ai luoghi “caldi” della Terra – dal Maghreb, in Tripoli di Roberto Vetrugno, alle favelas brasiliane, in Cristo si è fermato a Rio di Matteo Gennari, passando per zone nevralgiche del nostro Paese come la Pianura padana, sbilanciata verso un’industrializzazione che mette a rischio il contatto con l’autentico, ne Il varco di Igor De Marchi.

Storia, geografia e politica sembrano talvolta rinunciare a capire nel profondo (davvero) la realtà. Il dèmone della letteratura no: non di rado i veri storici sono gli scrittori, i veri geografi sono i romanzieri, i veri politici sono i narratori”.

Flavio Santi

 

Cristo si è fermato a Rio
Cristo si è fermato a Rio

Matteo Gennari

Cristo si è fermato a Rio

La porta dei dèmoni – Pagg. 221 – Euro 16,00

Fuggendo un indefinibile male di vivere, Matteo abbandona una tranquilla vita a Milano per trasferirsi a Rio de Janeiro. Come il tormentato missionario brianzolo suo omonimo alter ego e coprotagonista insieme a una schiera di altri personaggi, affronta la realtà delle favelas, vero e proprio mondo distopico in cui lo Stato non esiste e il territorio è “governato” da bande di narcotrafficanti e miliziani in continua guerra fra loro. Un mondo dove è facile – troppo facile – morire e dove si prova a sopravvivere con il sostegno di innumerevoli gruppi legati allo spiritismo che, con l’aiuto di medium, intreccia religioni e culti brasiliani ma anche fedi cristiane, in cui quotidiano è il dialogo con i morti e universale la credenza nella reincarnazione. Quarantasei brevi racconti tra realtà, spesso raccontata con taglio giornalistico, e immaginazione, quarantasei momenti di vita che lasciano trasparire quello che forse neppure i due Matteo sanno, ovvero la ragione per cui, nonostante tutto, rimangono in quell’inferno. Che sia perché, a ben vedere, la Favela Rocinha non è solo la periferia di Rio, ma anche la nostra?

________

Matteo Gennari, nato a Milano nel 1975, ha insegnato nelle scuole superiori per poi partire per il Brasile, dove vive da sedici anni. A Rio de Janeiro insegna Lingua e letteratura italiana e collabora con una ONG nella Favela Rocinha. Questo è il suo quarto libro, il secondo di racconti.

 

Edizioni Unicopli – Ufficio Stampa

Via Don Giuseppe Andreoli 20, 20158 Milano – www.edizioniunicopli.it

Bianca Piazzese – press@biancapiazzese.it – 339 6838650

 

 

 

 

Precedente Giugno 2019 low cost a Fortaleza

Comments are closed.