Crea sito

Aerofobia. Paura di volare: 8 consigli per affrontarla

Per gli italiani che hanno paura di volare, trasferirsi a Tenerife è un bel problema, visto che i voli diretti Italia-Tenerife durano dalle 4 alle 5 ore, che si possono “spezzare” facendo scalo, ma in tal caso si raddoppiano le manovre di decollo e di atterraggio, solitamente poco gradite a chi ha paura di volare. L’unica alternativa al volo è fare il viaggio in barca fino alla Spagna, e poi in auto o in treno fino in Italia. Ma richiede diversi giorni e costa molto più del viaggio aereo.

Come superare la paura di volare

La paura dell’aereo talvolta, impedisce ad alcuni parenti di chi si è trasferito a Tenerife di fare visita sull’isola ai propri cari. Ma può essere affrontata e superata, o quanto meno ‘gestita’.

Nonostante l’aereo sia divenuto un mezzo di trasporto assolutamente popolare, e che – almeno statisticamente – sia ritenuto più sicuro di automobili, navi e treni, la paura di volare è ancora ai primi posti nella classifica delle fobie più diffuse. Secondo alcuni sondaggi, almeno la metà dei passeggeri degli aerei ammettono di provare “un po’ di paura” durante il volo, e di vivere le fasi di decollo e atterraggio con una piccola dose di ansia.

Molte volte ha paura chi deve volare per la prima volta, o chi comunque è ai primi voli, ma ci sono persone a cui la paura di volare non si attenua nemmeno dopo diversi voli, e per alcune persone il viaggio in aereo è un vero e proprio incubo, al punto che alcuni rinunciano a viaggiare in aereo. 

La paura più comune è quella del disastro aereo, di un guasto, ma c’è anche chi soffre di claustrofobia e prova inquietudine a dover rimanere inevitabilmente al chiuso, senza possibilità di scendere, per la durata del viaggio. Chi soffre di attacchi di panico teme di poter avere una crisi durante il volo, senza poter uscire, ne ricevere supporto.

L’aerofobia non è un “capriccio”, bensì è una “fobia” a tutti gli effetti

E come tale ha ripercussioni fisiche e mentali sul soggetto fobico, che può provare sudorazione fredda, tachicardia, vertigini, tremori, cefalea, senso di pressione sull’addome, e persino sintomi psicosomatici, come vomito e diarrea.

Mentre per coloro che provano una sensazione acuta di paura è consigliabile farsi prescrivere dei tranquillanti dal proprio medico, in modo da “spegnere” chimicamente la sensazione di paura, chi ha una fobia più “gestibile” può trarre giovamento dai seguenti consigli:

  1. Alcune ore prima del volo, assumete una pastiglia o una tisana di Valeriana, un efficace calmante naturale.
  2. Se temete che possa venirvi una crisi d’ansia durante il volo, chiedete al vostro medico di prescrivervi un calmante, da prendere in caso di necessità. Sapere che se vi prende l’ansia, potrete sedarla con un calmante, diminuirà la preoccupazione, offrendo una “via di fuga”.
  3. Evitate di assumere caffé o altre bevande con effetto eccitante nelle ore precedenti al volo.
  4. Portatevi un libro, giornali, un tablet, cruciverba, a seconda dei gusti. La cosa importante, è distrarsi.
  5. Secondo alcuni studi, ascoltare musica durante il volo aiuta ad alleviare la tensione. Mettete il lettore mp3 nel bagaglio a mano.
  6. Durante il volo, notate come praticamente tutte le altre persone – salvo rari casi – se ne stanno tranquille, bambini compresi. Cercate di coltivare pensieri positivi e rassicuranti.
  7. Scegliete un posto più distante possibile dai motori, il cui rumore e le vibrazioni che emette, possono aumentare la tensione dei soggetti ansiosi. Evitate anche la vista delle ali, le cui normali oscillazioni in volo, possono alimentare l’ansia nei soggetti che hanno paura di volare.
  8. Se avete paura o dubbi relativi al viaggio o all’aereo, non esitate a chiedere delucidazioni al personale di bordo, che saprà rassicurarvi.

Diario di Tenerife