Aumento del traffico a Tenerife sud? Analizziamo il problema e le possibili soluzioni

Negli ultimi anni nel sud della isola il traffico è cresciuto enormemente, così come si è aggravato il problema della mancanza dei parcheggi. Nelle ore di punta l’autopista e le zone adiacenti sono spesso congestionate, con rallentamenti e talvolta blocco della circolazione. L’aumento del traffico ha ovviamente anche ripercussioni sulla sicurezza stradale, poiché un maggiore numero di autoveicoli significa anche un maggiore numero di incidenti, e l’alta affluenza delle strade incrementa il rischio.

I motivi dell’aumento del traffico

La crescita della popolazione residente che si è registrata negli ultimi anni nel sud della isola è sicuramente la principale causa dell’aumento del traffico, ma la situazione è aggravata anche da altre circostanze. La maggioranza dei turisti (giustamente) affittano una macchina per spostarsi agevolmente, e contribuiscono ad ingolfare le strade. Sono davvero molte le auto che sfoggiano gli adesivi dei noleggiatori. Il servizio di trasporto pubblico non è incentivato, e prendere l’autobus risulta più scomodo e costoso che spostarsi con un mezzo proprio.

Mentre in Europa le amministrazioni incentivano la popolazione a spostarsi con i mezzi pubblici rendendolo conveniente, qui a Tenerife da questo punto di vista siamo molto indietro. Servono misure per spingere la gente ad utilizzare di più gli autobus, ad iniziare dalla riduzione delle tariffe ed un aumento delle linee, poiché se una persona quando esce dal lavoro deve aspettare 40 minuti per prendere il bus ed altri 30 minuti per fare un tragitto che in auto richiede la metà del tempo, sceglierà sempre la seconda opzione. A maggior ragione in una realtà dove la benzina costa poco ed i parcheggi sono praticamente tutti gratuiti.

Come finanziare tali misure?

Mettendo a pagamento i parcheggi delle aree più turistiche e congestionate. In quasi tutte le località turistiche la sosta si paga, compreso nella vicina isola di Gran Canaria, dove diversi parcheggi del sud sono dotati di parcometro. Si tratta certamente di una misura impopolare, ma è così che si disincentiva l’uso del mezzo proprio. E’ così che hanno risolto i problemi paesi come l’Olanda, con Amsterdam che alcuni decenni fa aveva immensi problemi di traffico e oggi è una delle città europee dove la popolazione usa maggiormente i mezzi pubblici. Ribadiamo che affinché la misura funzioni oltre a disincentivare l’uso dell’auto privata deve essere potenziato il trasporto pubblico. Ci vogliono politiche mirate e anche il coraggio di assumere iniziative che, almeno inizialmente, possono risultare impopolari.

Caro affitti e traffico

Anche la crescita del prezzo degli immobili ha la sua responsabilità nell’aumento del traffico. Svariate centinaia di persone che lavorano tra Los Cristianos, Las Americas e Costa Adeje sono state costrette a trasferirsi altrove dai prezzi inaccessibili delle case in affitto nella zona turistica. Persone che in precedenza potevano raggiungere i luoghi di lavoro a piedi e che oggi devono spostarsi da altre località in auto, contribuendo a congestionare le strade.

 

I commenti sono chiusi.