Italiani alle Canarie: è “boom” sono 22.432!

Italiani alle Canarie: è boom. Il numero degli italiani residenti in una delle sette Isole Canarie ha raggiunto le 22.432 unità! Ed in costante aumento! La maggioranza sono concentrati a Tenerife e Gran Canaria, seguite da Fuerteventura e Lanzarote. Pochi quelli che si sono trasferiti in una tra Hierro, La Palma e La Gomera, isole molto carine ma molto piccole.

Stiamo tornando ad essere un popolo di migranti

Negli ultimi 3 anni oltre 200.000 italiani hanno fatto un biglietto aereo di sola andata, e hanno deciso di andare a vivere all’estero. Laureati senza sbocco, giovani che cercano lavori di manovalanza, spesso nel settore industriale, nella ristorazione o nell’edilizia, e infine pensionati che per sopravvivere, o per vivere più agiatamente, hanno scelto di risiedere in un paese dove il costo della vita è più basso.

Diverse migliaia, hanno scelto di insediarsi, o quantomeno di provarci, nelle Isole Canarie. Le mete più ambite sono Tenerife e Gran Canaria, ma c’è anche chi preferisce la tranquillità di Fuerteventura o di Lanzarote.

Italiani alle Canarie in costante aumento

Il boom delle canarie è iniziato un paio d’anni fa, quando nel giro di pochi mesi la presenza di italiani a Tenerife Sur (sud) è praticamente raddoppiata. La zona più gettonata dagli italiani è senza dubbio quella di Los Cristianos e paesi limitrofi, mentre a Playa Las America domina la presenza inglese.

Ancora oggi centinaia di italiani sbarcano ogni mese a Tenerife e nelle altre isole delle Canarie per cercare lavoro, e in tono molto minore, per aprire un’attività in proprio. Tutte le mattine negli uffici della Polizia dove viene rilasciato il “NIE”, una sorta di codice fiscale, necessario per lavorare, per affittare casa etc. la presenza italiana è folta.

Quanti italiani vivono alle Canarie?

Secondo i dati riportati dall’edizione di Aprile del periodico di informazione in lingua italiana “Vivi Tenerife”  (www.vivitenerife.com: ma l’articolo fa riferimento all’edizione cartacea, ndr) che riprende i dati dell’Istituto Spagnolo di Statistica (www.ines.es – sarebbe la versione ispanica dell’ISTAT) gli italiani che vivono nelle sette isole dell’Arcipelago delle canarie sono 22.432 (dato aggiornato allo 01/01/2014 pertanto probabilmente è aumentato) e di questi ben 9.000 si sono stabiliti nei 6 comuni della costa sud di Tenerife, dove rappresentano il 4% della popolazione residente.

download (1)

Cosa spinge gli italiani a trasferirsi alle canarie?

Se domandate ai connazionali che hanno fatto questa scelta, le risposte più gettonate saranno le seguenti:

  1. Fattore climatico: “Perché si sta bene tutto l’anno“. Questo motivo viene menzionato da praticamente tutti.
  2. Lifestyle: ritmi di vita più rilassati, meno stress
  3. Questione fiscale: La pressione fiscale è molto più bassa che in Italia, e l’IVA è del 7%” (IVA alle Canarie è IGIC) – questo punto ovviamente riguarda principalmente gli imprenditori, ma le tasse basse favoriscono tutti, anche i consumatori, poiché i prezzi sono minori rispetto all’Italia, dove il commerciante deve ricaricare il 22% di IVA. La maggioranza degli italiani presenti a Tenerife e alle Canarie operano nel settore bar e ristorazione, o comunque turistico, e questo riguarda sia gli imprenditori che i lavoratori dipendenti. Ma ci sono anche imprenditori che hanno aperto aziende di altra natura, compresi stabilimenti produttivi, agevolatissimi dal regime fiscale speciale (Lo ZEC) riservato a chi investe e crea almeno 5 posti di lavoro.

Alle Canarie il costo della vita è più basso che in Italia, e anche se gli stipendi non sono superiori a quelli italiani, consentono di fare una vita migliore. Ad eccezione delle zone turistiche più gettonate, in molte zone è possibile affittare un monolocale con 250/280 euro e un trilocale con 400. La polizza RC auto costa addirittura il 70% in meno della media italiana, anche perché sull’isola il traffico è molto ordinato e accadono pochi incidenti. La benzina costa 0.98 – 1.03 centesimi al litro, e anche le sigarette costano la metà che in Italia. Le cure dentistiche costano molto meno, anche se non ai livelli dei balcani. Alcuni servizi invece costano di più: per esempio l’ADSL internet, a causa delle difficoltà logistiche dell’Isola. Qua la linea più veloce è a 10 Mega, e fino a qualche tempo fa, in molte zone la situazione era persino peggiore.

Per avere qualche notizia in più su Tenerife, e dare un’occhiata ai luoghi vi lascio ai video di Lambrenedetto:

Se i video di Lambrenedetto sono ottimi per farsi un’idea e per conoscere qualcosa su Tenerife (sul suo canale ce ne sono altri) c’è da dire che forse, evidenziando solo gli aspetti più positivi, forniscono l’impressione che Tenerife sia una sorta di paradiso: e non è sicuramente così. Anche l’arcipelago delle Canarie è colpito dalla crisi. Inoltre ovviamente le canarie sicuramente non possono accogliere tutti gli italiani che vorrebbero vivere e lavorare qua: e se in Italia infuriano le polemiche per gli sbarchi a Lampedusa, le masse di italiani in fuga dalla crisi che cercano fortuna nell’Arcipelago iniziano a suscitare antipatia: anche perché non sempre si comportano in maniera corretta. E c’è non affitta più agli italiani… è quanto rivela questo connazionale che da molti anni vive a Gran Canaria:

La maggioranza dei giovani italiani, pieni di belle speranze e di buoni propositi, che sbarcano alle Canarie per cercare lavoro, sono destinati a tornare indietro delusi. E con meno soldi nelle tasche. In molti ci provano, scelgono voli low cost, soggiornano in Ostelli o si fanno ospitare dall’amico “che ce l’ha fatta” e battono l’isola palmo a palmo, alla ricerca di un lavoro. Chi non parla lo spagnolo ha senza dubbio poche chance, mentre chi parla più lingue ha senza dubbio molte più chance. Qualcuno ce la fa, la maggioranza no. Se economicamente potete permettervi di concedervi una “vacanza” di un mese o due, con lo spirito “se trovo lavoro mi fermo lì”, è sicuramente che ci riusciate oppure no, resta una bella esperienza di vita.

Diario di Tenerife

31 risposte a Italiani alle Canarie: è “boom” sono 22.432!

  1. Annapaola Floris scrive:

    II connazionale che vive alle Canarie e spara a zero sul suo paese d’origine non è certamente un esperto d’economia, alcune sue affermazioni, poi, sono assolutamente false: in Spagna ne vedi ogni giorno barboni che frugano nei cassonetti della spazzatura… A Los Cristianos, solo turisti, età media 75 anni, e a nord, a Puerto de la cruz, ma un po’ ovunque, non leggi altro que “se vende”, “se alquila” sulle serrande chiuse degli esercizi commerciali. Un appartamento di tre stanze si affitta a 700 – 750 euro al mese, come da noi….ma di che parla? 14 anni in Spagna, dove forse ha fatto fortuna, gli impediscono di vedere che l’Eldorado non esiste più. Il suo discorso è quello di un “arrivato” che ti dice che li si stava bene, ma ti dissuade dall’andarci perchè le vacche grasse son finite….Bella scoperta, anche da noi 14 anni fa si stava meglio! Vorrei anche puntualizzare che i cafoni non hanno nazionalità, che adoro la Spagna, che dal 2013 al maggio 2015 ho vissuto a Barcellona, e che sono stata in vacanza alle Canarie in gennaio. Ancora una cosa: le spiagge della mia isola, la poverissima e amatissima Sardegna sono incomparabili. Se le acque della nostra economia non sono cristalline quelle del nostro mare lo sono ancora. Se non cercate lavoro e volete fare una vacanza, accettate un consiglio, restate in Italia! Per il lavoro pregate il Buon Dio.

    • Renato scrive:

      Ciao,
      ho letto un tuo articolo sulle condizioni di vita alle Canarie e lo trovo pieno di spunti per alcune riflessioni.
      non ho ben capito se in questo momento vivi alle Canarie, in ogni caso vorrei chiederti se posso corrispondere con te sull’argomento. Vorrei saperne di più.
      Ti ringrazio anticipatamente ed attendo tua risposta.
      Ciao
      Renato

    • roberto scrive:

      Hai ragione sopratutto per la sardegna , ma essendo tale isola in Italia , c’è una cosa di troppo ” i politici italani ” io ci andrei, nelle Canarie , come pensionato , ma ti giuro che se fossi giovane , ci andrei anche a cercare fortuna o meglio lavoro , non so perchè ma credo che se anche li ci sia la Crisi , ci sia forse piu onestà che in Italia ……..

  2. R scrive:

    Buongiorno,
    vorrei un contatto con qualcuno della comunità italiana che vive alle Canarie per uno scambio di informazioni.
    Vorrei trasferirmi a Tenerife ma ho bisogno di saperne di più.
    Inviatemi una mail.

    Grazie

  3. Giancarlo Malagola scrive:

    Leggo con interesse i commenti, apprezzo particolarmente chi espone senza faciloneria, io sono pensionato e anche se la parabola della mia esistenza è nella fase discendente penso ancora a quel luogo dove la maggioranza delle persone vive lealmente senza cercare la breccia che è in ognuno di noi per fregarti, penso con desiderio a quel luogo dove l’avvicinarsi del portalettere con le bollette non ti crea tensione nervosismo e rabbia, quel luogo dove le nebbie della Romagna sono solo un ricordo, dove quel prodotto che ieri costava tot sarà lo stesso domani.. Un pensionato pensa anche ( giustamente ) al sistema sanitario che mi trova al momento in buona salute, insomma sono sempre stato promosso, ma verrà anche il giorno che mi vedrò bocciare quindi ? Ringrazio per qualsiasi informazione, reale e vissuta, dal contatto con i residenti al cibo al costo delle abitazioni al sistema sanitario.

    • Renato scrive:

      Anche io sono combinato come te, prossimo alla pensione.
      Sei riuscito ad avere qualche contatto?
      Io è ma mesi che cerco di corrispondere con qualcuno ma non mi risponde nessuno.
      Ti ringrazio tantissimo se puoi aiutarmi o passarmi qualche contatto.
      ciao

  4. loris scrive:

    penso che ogni nazione vada bene,purchè uno abbia le caratteristiche che ci vogliono per stare li,esempio Tenerife penso offro lavoro solo come barista o cameriere, e bisogna parlare lo spagnolo, e bisogna partire con almeno 2,3 mila euro..
    esem. io sono invalido al 75% in italia ,pur essendo iscritto alle categorie protette,non mi hanno mai dato un lavoro che fossi in grado di fare,risultato 44 anni, vivo solo con un reddito di 290€ al mese,senza lavoro, e il comune che mi ha proposto(e ho dovuto accettare) un finto volontariato, a pulire spogliatoi,spazzando e dando lo staccio a 250mq di superficie,e cosa ridicola è volontariato,però devo fare 3 ore al giorno x 4 gg!!! e sapete quanto mi danno di rimborso 250€ al mese!!!meno di 5€ l’ora senza contributi, senza esser in regola,quindi se sto male niente soldi!!! e pago 350€ d’affitto!! quindi la mia domanda è per chi vive a Tenerife, con 290€ al mese è possibile vivere li?? una volta che venissi lì, si trova un bilocale di 50/60mq a 200€ al mese?? eppoi io che sono invalido(che non posso fare quello che faccio qui,dare lo straccio x 3 ore,ecc) trovo un impiego che riesco a fare continuativamente senza che la schiena mi si blocchi?? esempio.. custode di campi da tennis, rispondere al telefono, anche fare per qualche ora al giorno l’istruttore di tennis,che nonostante il problema che ho,sono molto bravo..cè un lavoro x me??però io non parlo spagnolo,non è m olto difficile,però come si fa i primi tempi?? qualcuno mi dia una risposta seria perfavore, perché qui dove sono nel giro di pochi mesi sarà finita.. grazie a chi mi risponderà seriamente senza prendere in giro. loris

    • ELISA scrive:

      ciao loris ho saputo che la pensione di invalidità italiana a tenerife non è riconosciuta quindi se ti dovessi trasferire la perderesti.informati bene.ciao

  5. angelone scrive:

    salve sono un ragazza di 49 anni e vorrei trasferirmi scappare da questo incubo dell Italia e sarei interessata alla vs proposta sempre sapendone di più grazie

  6. ELISA scrive:

    ciao mi chiamo elisa.io e mio marito siamo stati a tenerife una settimana a dicembre x valutare con i nostri occhi la situazione.abbiamo parlato con tantissimi italiani e anche spagnoli e cè chi ti incoraggiava a fare il gran passo di vivere li, cè chi invece diceva il contrario.alla fine sapevamo tanto quanto prima di partire.io penso che bisogna viverla di persona la situazione e non ascoltare gli altri xchè ti mettono ancora più dubbi di quelli che hai già.noi attualmente lavoriamo entrambi,lui come pizzaiolo e io in fabbrica da 20 anni.ora stiamo valutando seriamente la decisione di trasferirci anche se non è facile sia partire da zero con il lavoro che fare anche tutti i documenti.siamo stanchi del governo italiano e del clima molto umido(mantova).speriamo di realizzare il nostro sogno.grazie di pubblicare il mio commento

  7. Sergio scrive:

    Sono un imprenditore nel campo della climatizzazione e impiantistica in genere. Vorrei trasferirmi alle Canarie e creare un ‘azienda in loco. Che possibilità offrono le due isole maggiori? Vi ringrazio anticipatamente per la gentile collaborazione. Saluti da Sergio

    • Renato scrive:

      Anche io sono combinato un pò come te e vorrei saperne di più.
      Sei riuscito ad avere qualche contatto.
      Io è da mesi che cerco di corrispondere con qualcuno ma non mi risponde nessuno.
      Ti ringrazio tantissimo se puoi aiutarmi o passarmi qualche contatto.
      ciao

      • Melchiorre Farruggio scrive:

        Ciao anch’io ho un’impresa di costruzioni vorrei trasferirmi alle Canarie ma non riesco a trovare un’aggancio serio.

    • diarioditenerife scrive:

      Ciao Sergio
      I climatizzatori sono diffusi pochissimo, sia nelle case che nei locali, in quanto il clima normalmente non richiede il climatizzatore. Salvo brevi periodi di ‘calima’ la temperatura non è insopportabile anche in estate. C’è meno umido e quindi meno ‘afa’ rispetto all’Italia. Con questo non voglio dire che sia impossibile…

  8. salvatore scrive:

    sono perfettamente d’accordo con te ogni parola e una perla di saggezza
    ma vorrei sapere tutto cio e valido anche per me pensionato che disperatamente vuole trasferirsi li con famiglia mia moglie e il bambino pensi che se volessi vivere in affitto me lo negherebbero pure a me e mia moglie volesse fare qualche ora la badante tutto cio sarebbe impossibile.
    ti saluto cordialmente Sakvatore

  9. salvatore scrive:

    salve vivo in sicilia in previsione che tra qualche anno andrò in pensione avrei intenzione di trasferirmi alle canarie vorrei prima venire li per verificare quello che leggo in internet.
    se qualcuno mi può aiutare ad affittare una casa per una settimana gli sarei grato

    • diarioditenerife scrive:

      Fai molta attenzione sul web, le truffe sono dietro l’angolo!!!

    • Dario scrive:

      Ciao Salvatore io ho un appartamento a Tenerife, Costa Adeje. Se può interessarti soggiornare per una settimana o più posso riportarti il mio indirizzo di posta elettronica. Se vuoi delle garanzie di sicurezza è possibile utilizzare dei siti web che si occupano di affitti di case vacanza

    • Renato scrive:

      Anche io sono combinato come te, prossimo alla pensione.
      Sei riuscito ad avere qualche contatto.
      Io è ma mesi che cerco di corrispondere con qualcuno ma non mi risponde nessuno.
      Ti ringrazio tantissimo se puoi aiutarmi o passarmi qualche contatto.
      ciao

  10. laura scrive:

    Salve sono una giovane pensionata, con un ottimo reddito anche in Italia sicuramente ma sono rimasta sola, mia figlia sta facendo un percorso professionale di danza accademica all’estero molto importante, così, da un anno a questa parte, sto valutando l’idea di provare per almeno 6 mesi a vivere a Gran Canaria, ho visto molto bella la zona di Pasito Blanco e Meloneras..anche se un po più cara delle altre zone turistiche mi piace molto.
    Con un eventuale trasferimento lascerei la macchina in Italia, non amo guidare neppure qui, quindi mi piacerebbe avere alcune info:
    1-i centri commerciali, supermercati fanno servizio a domicilio?
    In caso negativo, i taxi si sposterebbereo anche per zone vicine. cioè….sono usati anche dalla gente canara?
    2-Io ho mia figlia a totale carico, vivendo lei all’estero rimerrebbe fiscalmente a carico mio ugualmente?
    Grazie…saluti da questa Italia….in declino…senza etica…

    • Francesco scrive:

      salve mi chiamo Francesco sono un giovane pensionato ex appartenente alle forze dell’ordine; vorrei condividere appartamento a tenerife , se puo’ interessarLe mi contatti pure per approfondire la conoscenza. Cordialmente Francesco

  11. Renato scrive:

    Anche io vorrei trasferirmi e vorrei saperne di più.
    Sei riuscito ad avere qualche contatto.
    Io è da mesi che cerco di corrispondere con qualcuno ma non mi risponde nessuno.
    Ti ringrazio tantissimo se puoi aiutarmi o passarmi qualche contatto.
    ciao

    • diarioditenerife scrive:

      Renato se trovi persone che si mettono a disposizione “gratuitamente” e ti trattano da amici fraterni, nel 95% dei casi ti trovi di fronte a qualcuno che vuole lucrare o peggio ancora, truffare. Leggi l’articolo sui falsi amici redatto su questo blog.
      Ci sono professionisti italiani che possono darti indicazioni sul fisco, etc. pagando a peso d’oro (consulenze da 100 e passa euro all’ora) per darti informazioni che i commercialisti canari generalmente danno gratis.
      Che genere di informazioni ti servono? Sul fisco? Su cercare casa? Trasferirsi? O cosa? Sii preciso e vedo se posso darvi qualche dritta.

      Il consiglio mio, è quello di venire in “vacanza esplorazione” e ottenere in loco le varie info. Non potete affidarvi alla parola di sconosciuti del quale non potete nemmeno soppesare l’attendibilità

      • Paolo scrive:

        Ciao diario di tenerife, e un saluto al forum

        Sono Paolo, vivo in Repubblica Domenicana ,ma sto valutando di avvicinarmi all’Italia, per cortesia, sono alla ricerca di informazioni sul fisco locale, una volta ottenuto il nie verde, x aprire una attivita’ in proprio, o pizza al taglio o gastronomia, o servizi di riparazione idraulica, elettricita’, manutenzione persiane, finestre, installazione camere sorveglianza, antifurti, antenne paraboliche, o trasporti conto terzi, vorrei sapere x cortesia e grazie, costi per apertura partita iva, iscrizione al registro ditte, costi commercialista, scaglioni e aliquote sui redditi, se gli scontrini fiscali esistono o sono solo per uso interno, non fiscali, , i ringrazio per le info che mi saranno utilissime

  12. walter scrive:

    siamo due pensionati età 65 anni, ci farebbe piacere trascorrere due mesi invernali (gennaio – febbraio) per respirare un pò d’aria buona e un clima più mite.
    la nostra richiesta:, avere una persona di riferimento per tutte le informazioni, anticipo che ci basterebbe camera cucina e servizi…….
    noi siamo di Padova
    in attesa anticipatamente ringrazio Walter.

    • Marino Guerra scrive:

      Ciao Walter, noi siamo due pensionati di 67 anni, di Rovigo, con le tue stesse intenzioni, ed esigenze. Quindi cerchiamo di informazioni per un periodo analogo al vostro, gennaio e febbraio.
      Sei riuscito a trovare qualcosa?
      Ti ringrazio anticipatamente, se vorrai farmi farmi sapere qualcosa.

  13. Ettore scrive:

    Ciao a tutti mi chiamo Ettore, e vorrei coronare un mio sogno , quello di venire a vivere a Teneriffe. Sono un pensionato,e a novembre verrò in vacanza per 15 giorni. Cercavo se possibile contatti italiani sull’isola per poter fare quattro chiacchere quando verrò.
    Ringrazio e saluto