Da Londra a Tenerife: “guadagno la metà ma vivo molto meglio”

La storia di Valentina: una ventenne toscana che dopo avere trascorso un periodo nella capitale inglese ha deciso di cambiare aria e trasferirsi a Tenerife. 

Nell’estate del 2016 sono andata a Londra per una vacanza studio della durata di un mese, cioè un pacchetto che prevede la mattina la frequentazione di un corso di inglese, mentre il pomeriggio lo staff della scuola accompagna gli studenti a vedere musei e altre attrazioni londinesi, con l’obbligo di parlare solo in inglese. Mi sono innamorata di Londra, e una volta tornata in Italia mi sono organizzata per tornarci e lavorare. Vi risparmio i dettagli per evitare di dilungarmi troppo, ma vi dico che per una stanza a Londra nord, a quasi 20 km dal centro di Londra pagavo 550 sterline al mese, e lavorando come cameriera in un pub 48 ore settimanali con un solo giorno libero alla settimana ne guadagnavo 1.500 e con le mance potevo raggiungere i 1.700 pound.

La vita a Londra

Londra è una città affascinante che offre molto. Ma per viverci bene ci vorrebbe uno stipendio di 3.000 sterline al mese, perché le spese sono davvero molte. Il trasporto pubblico è caro, così come lo è andare a mangiare fuori e qualsiasi svago. Rispetto all’Italia costa meno solo fare la spesa al supermercato e le medicine, per il resto è una città davvero cara. Se hai soldi da spendere puoi fare un sacco di cose ma senza spendere c’è davvero poco da fare, a differenza di Tenerife dove c’è il mare, i sentieri, la natura che sono spettacolari e gratuiti. A Tenerife uscire per bere qualcosa con gli amici costa pochi euro mentre a Londra spendi tanto. Nel pub dove lavoravo una pinta di birra costa 7-8 sterline e per un hamburger ce ne vogliono 8-10, mentre a Tenerife per birra e hamburger spendi 5 euro! Tre volte meno.

Londra inoltre è una città fredda, piovosa e nebbiosa. Il clima è buono solo nel momento clou dell’estate, d’inverno spesso le temperature massime sono di 5 gradi. Dopo tre o quattro mesi avevo iniziato a starci poco bene, ma il fatto di avere lavoro fisso mi ha portato a sopportare e resistere per 1 anno e 2 mesi. Ma vi dico sopportare nel vero senso del termine, poi alla fine ero talmente incupita, abulica e mezza depressa che ho dato le dimissioni e sono tornata a casa.

Il rientro in Italia

Sono tornata a Prato a casa dei miei e mi sono messa a cercare lavoro. Era Novembre 2017 e l’unica cosa che riuscii a rimediare fu un contratto di un mese nel periodo delle feste di Natale al Centro commerciale dei Gigli. La mancanza del lavoro mi aveva quasi portato a pentirmi di avere lasciato Londra dove almeno avevo un lavoro. Non è stato un bel periodo. Poi l’illuminazione. Su Facebook ho scoperto che una mia ex compagna delle superiori si era trasferita a Tenerife. Non ci parlavo da anni, ma quando ha messo delle foto in spiaggia a Gennaio le ho chiesto come si trovasse li, e abbiamo iniziato a parlare. Le ho raccontato della mia esperienza londinese e lei del suo periodo alle Canarie. Dopo avere parlato con lei e avere visto le foto di Tenerife in rete, nel giro di qualche giorno ho preso la decisione: mi sarei trasferita li anche io!!!

Il trasferimento a Tenerife

Il 7 febbraio 2018 ho preso l’aereo e sono atterrata a Tenerife Sur Reina Sofia e ho iniziato questa avventura! La mia amica mi ha ospitato per 10 giorni e mi ha aiutato a trovare una sistemazione. Essendo troppo caro prendere una casa ho preso una stanza in appartamento condiviso con altri 2 ragazzi a Parque de la Reina. Pago 300 euro al mese comprese le spese. Dopo poco meno di due mesi di ricerche estenuanti ho trovato lavoro come cameriera in un ristorante.

Le differenze tra Londra e Tenerife

Ho uno stipendio di 1.000 euro mance escluse. Certo è quasi la metà di quanto prendevo a Londra, ma anche di affitto pago la metà! E la vita costa molto meno, tanto che mentre a Londra dovevo usare i mezzi per spostarmi a Tenerife ho comprato una macchina. Qui la vita è più tranquilla e serena, il clima sempre caldo aiuta molto a sentirsi bene, e ci sono molte possibilità di svago anche senza bisogno di spendere, o spendendo poco. A Tenerife come a Londra ci sono molti italiani e questo aiuta a farsi delle amicizie e socializzare. Pochi giorni fa ho compiuto il primo anno di vita a Tenerife e per adesso non ci penso proprio a tornare a casa. Un’altra cosa che preferisco qua rispetto che a Londra è la gente: gli spagnoli sono più espansivi e amichevoli degli inglesi, hanno una cultura più simile alla nostra.

Margherita

Per Diario di Tenerife

Precedente Truffe, la testimonianza: "Ci hanno spillato 300 euro per fare il NIE" Successivo Seguiteci anche su Instagram!

4 commenti su “Da Londra a Tenerife: “guadagno la metà ma vivo molto meglio”

  1. Moreno il said:

    Ciao Margherita, i miei genitori avevano avviato un attività a sud di Tenerife e credimi che sia io che mio padre avevamo trovato la pace dei sensi stando lì, mia mamma invece non si è mai trovata bene Xe non socializza a molto e non aveva amicizie. Sono rientrati in in Italia nel 2018 lasciando quel bel paradiso di Tenerife…… Ad oggi mi manca molto Tenerife….. I sorrisi sei canari, il sole, la spiaggia ed il mare……. Un canto di tranquillità e benessere che so quell isola può dare, tieni duro Margherita e vedrai che riuscirai nel tuo sogno e nel tuo obbiettivo…. Il sole é il nettare della nostra vita e benessere, un abbraccio,…….. Moreno

  2. Stefania il said:

    Ciao Margherita, sono neopensionata e con mio marito ho comprato una casa a Tenerife, nelle vicinanze di dove abita Valentina. Mi piacerebbe conoscerla perché posso esserle utile a livello lavorativo. Come posso contattarla? Tu puoi metterci in contatto? Grazie e buona giornata. Stefania

  3. Ciao Margherita sono una donna non più giovane però non ancora in età pensionabile, lavoro a Vercelli da 30 anni (non abbastanza per la pensione) ma non più giovane per la mia ditta. Lavoro nel terziario ma sono un part-time, prima a 24 ore e da 3 anni 20 ho un mutuo da finire di pagare e spero di arrivare alla fine, con connessi altri problemi famigliari. Vorrei avere qualche aggancio e saperne di più su come potrebbe fare una donna non più tanto giovane a ricominciare, se sai qualcosa puoi comunicarmelo. grazie . Daniela

  4. Stefania il said:

    Buonasera Margherita, posso essere d ‘aiuto a Daniela e Valentina a livello lavorativo se mi mette in contatto con loro tramite la mia mail. Grazie, Stefania

I commenti sono chiusi.