Ecco perché molti giovani italiani si trasferiscono a Tenerife

Nel precedente articolo abbiamo illustrato quali sono gli aspetti che attirano numerosi pensionati a trasferirsi a Tenerife. In questo articolo invece parleremo degli aspetti che attirano i giovani, che anche se in tono minore ai pensionati (per i quali è tutto più facile, godendo di una rendita fissa) sono in molti a trasferirsi sull’isola, anche se non tutti riescono a sistemarsi e sono costretti a fare rientro in Italia. La competizione lavorativa a Tenerife è infatti molto alta, e anche per svolgere lavori come cameriere o barista, è quasi sempre richiesta una certa esperienza e parlare, oltre allo spagnolo, la lingua inglese. Gli stranieri che si trasferiscono a Tenerife inoltre specialmente i primi anni non possono ambire facilmente a svolgere professioni che richiedono titoli, in quanto per avere accesso a queste è necessario convertire la propria laurea ottenendo il riconoscimento dello Stato spagnolo, procedura che richiede un certo tempo. Le attività lavorative più richieste sono quelle legate al settore alberghiero: camerieri, receptionist, cuochi e pizzaioli. Ma come specificato sopra è richiesta una certa esperienza, in quanto per ogni posto di lavoro ci sono dozzine di candidati, e prevalgono per ovvi motivi le persone più preparate. Ma vediamo cosa attira i giovani a Tenerife.

Clima, risparmio, mare tutto l’anno

Alcuni dei fattori che attraggono i giovani sono gli stessi che attraggono i pensionati: ovvero il clima primaverile-estivo che garantisce la possibilità di andare al mare tutto l’anno, il costo della vita sensibilmente inferiore e le maggiori possibilità di fare vita sociale, anche se questa si svolge in modo diverso rispetto ai pensionati. L’atmosfera vacanziera e rilassante di Tenerife offre intrattenimento e divertimenti per tutte le età.

Ritmi di vita rilassati

I giovani che decidono di trasferirsi a Tenerife hanno gusti e passioni diversi da quelli che si trasferiscono a Londra, Amsterdam, Germania o altre capitali europee, che forse dal punto di vista professionale offrono maggiori sbocchi (per chi ha i titoli) ma offrono uno stile di vita più stressante e caotico. Sicuramente nelle località sopracitate gli stipendi sono più elevati (come sono più elevate le spese) ma il clima è quasi tutto l’anno grigio e piovigginoso, freddo. Lo stile di vita è caotico e stressante, chi vive a Londra spesso per recarsi a lavoro deve uscire di casa 2 ore prima per cambiare varie linee di metro o altri mezzi, mentre Tenerife offre un relax senza eguali. Comprare e mantenere un’automobile è alla portata di tutti, anche fosse una vecchia Fiat Punto da 1000€, visto che il bollo è di poche decine di euro, l’assicurazione sui 200 euro annuali e la benzina costa 90 centesimi al litro. A Londra invece l’automobile è un lusso, anche perché nel centro della città non si può entrare, se non pagando costosi ticket di ingresso giornalieri.

Natura e sport

I giovani che si trasferiscono a Tenerife generalmente sono amanti della natura, del mare, che a Tenerife sono vere e proprie attrazioni usufruibili gratuitamente. L’isola offre numerosi sentieri immersi nella natura per gli appassionati di trekking, paesaggi da favola, ed infine il mare. Tenerife attira appassionati di sport acquatici da tutta Europa, tanto che anche sportivi professionisti di windsurf e kitesurf nel periodo invernale vengono ad allenarsi a Tenerife, dove questi sport si possono praticare ogni giorno in zone come El Medano e non solo. Le scuole di diving sono numerose, le Canarie sono un paradiso per gli appassionati di immersioni. Ma Tenerife non è famosa solo per gli sport acquatici: qui c’è una grande tradizione anche per sport come il parapendio ed il deltaplano, grazie a zone dove il vento non manca mai ed ai paesaggi spettacolari di cui si può godere.

Movida al top e poco costosa

L’isola offre molto divertimento ai giovani amanti della movida e delle discoteche. Tenerife non è come Ibiza, sia chiaro, l’isola spagnola del Mediterraneo che è un vero e proprio santuario dei discotecari, ma mentre quest’ultima è ideale per le vacanze e per brevi periodi – poiché costosissima, visto che entrare in discoteche come Patcha, Privilege, Amnesia e le altre costa decine di euro solo di ingresso – a Tenerife la movida costa ben poco. Un giovane con uno stipendio normale, da cameriere, può godersela praticamente ogni giorno. Con 1 euro si può bere una birra ad un chiringuito sulla spiaggia, mentre l’ingresso alle discoteche – aperte ogni giorno – è quasi sempre gratuito e una bevuta costa dai 3 ai 5 euro. Salvo rare serate anche entrare nelle migliori discoteche – Papagayo e Achaman – è gratis. Gli amanti della movida apprezzano.

Cannabis social club

E’ inutile censurare il tema e fare finta di niente. Una grande attrazione per molti giovani sono anche i numerosi cannabis social club, ovvero club privati (ce ne sono decine) all’interno dei quali è possibile acquistare e consumare marijuana di alta qualità. In Italia i consumatori di cannabis sono compresi tra i 4,5 ed i 5 milioni, tutti costretti ad acquistare al mercato nero, sulle piazze di spaccio, prodotti di pessima qualità, talvolta adulterati con additivi, rischiando conseguenze legali anche per il solo possesso di uno spinello. In Spagna la cannabis NON è legale, questo va sottolineato. Chi viene trovato in possesso della sostanza per strada rischia una multa. Ma sicuramente c’è molta più tolleranza che in Italia, visto che vengono permessi i cannabis social club.

Maggiori possibilità lavorative

Tenerife e le isole Canarie sono una delle zone della Spagna con maggiore tasso di disoccupazione, ma per chi possiede determinate professionalità, le possibilità lavorative sono senza dubbio maggiori che in gran parte della nostra penisola. Chi parla più lingue ed ha esperienza in cucina, come cameriere o in strutture alberghiere ha buone possibilità di trovare un impiego. E anche se gli stipendi non sono alti, questi sono compensati dal costo della vita inferiore all’Italia.

 

Diario di Tenerife 

Precedente Ecco 6 enormi vantaggi che spingono moltissimi pensionati verso le Isole Canarie Successivo Il sud di Tenerife diventa la piccola Italia delle Isole Canarie