Conciato romano

Conciato romano - Agriturismo Le Campestre
Conciato romano – Agriturismo Le Campestre

La produzione del formaggio conciato nel tenimento del Montemaggiore risale all’epoca romana. Marziale a proposito dei formaggi conciati, preparati in Trebula Baliniensis, attuale Treglia frazione di Pontelatone, scrive:

“Trebula nos genuit, commendat gratia duplex/sive levi flamma, sive domamur aqua”.

Il conciato è prodotto con latte caprino (ed ovino) con l’antica tecnica di rompere a mano la cagliata e poi modellarla e salarla a secco. Una volta asciutto, il formaggio è sottoposta alla procedura di “concia”, successivamente trattato con una miscela di olio, aceto e peperoncino e messo ad invecchiare in delle anfore di creta dove completa la stagionatura che può durare anche due anni.

E’ entrato in produzione, dopo anni di abbandono, presso alcune aziende locali.

  • Stagionatura: da 6 mesi a 2 anni.
  • E’ un prodotto dell’Arca del Gusto di Slow Food.