Crea sito

Brasile: Arraial do Cabo, Buzios, Paraty e Ilha Grande

Dopo aver fatto tappa in Amazzonia rientriamo a Rio de Janeiro, ma questa volta non per rivisitare la città ma per far visita ad alcune rinomate spiagge brasiliane a nord e a sud di Rio e per visitare la splendida città coloniale di Paraty.
All’aeroporto Rio Galeao ad attenderci c’e’ una Dacia Sandero che avevamo prenotato dall’Italia per tempo con Hertz rental car, la compagnia che ci è risultata essere la più economica tra tutte quelle che forniscono il servizio di noleggio all’aeroporto di Rio.
Una volta prelevata dal deposito e impostato sul navigatore Arraial do Cabo ci mettiamo in viaggio, direzione Nord e circa 180 km da percorrere con molta attenzione e concentrazione, si perché la prima difficoltà è uscire dalla tangenziale di Rio che prevede comunque il pagamento di un pedaggio e perché lungo il percorso sono disseminati un numero incredibile di autovelox, un po’ dappertutto in realtà in Brasile.
La strada che conduce ad Arraial do Cabo è tenuta abbastanza bene ma non consente di viaggiare a velocità superiori ai 100 km/h, quindi i 180 km diventano circa 3 ore di viaggio.
Arraial do Cabo è una località turistica davvero spettacolare perché comprende un numero notevole di spiagge di sabbia bianca e acqua verde smeraldo e se scaldata da un po’ di sole consente anche ai più audaci la possibilità di fare un bagno in pieno agosto considerando che stiamo parlando di inverno brasiliano anche se i 25 gradi di solito si riescono a toccare.
La prima spiaggia che abbiamo trovato e di cui avevamo letto un gran bene è Cabo Frio, un posto dalle sembianze caraibiche con dune di sabbia bianca a bordo strada e che fanno da sipario a un verde smeraldo unico.

 

 

Cabo Frio è una località preda degli amanti degli sport acquatici, in particolare surf e windsurf in quanto non è protetta da insenature come altri punti di Arraial do Cabo ma offre il fianco a venti che possono essere anche impetuosi.
Appena vediamo uno spiraglio e uno squarcio di verde tra le innumerevoli dune ci indirizziamo verso il primo punto utile..una spiaggia deserta di sabbia bianca, di consistenza simile alla neve appena caduta e un bagnasciuga lunghissimo dove poter correre verso l’oceano e lasciare i segni e le impronte del nostro passaggio sulla sabbia.
Colori unici, tanti scatti fotografici artistici per un po’ di vanità, peccato però che il cielo fosse coperto…sicuramente un luogo da non perdere se si vuole trovare il mare bello a poche ore da Rio de Janeiro.
La seconda spiaggia che ci siamo trovati davanti dopo esserci rimessi alla guida è stata Prainha, sempre ad Arrial do Cabo, una spiaggia bellissima di acqua cristallina e con sfumatue di azzurro e di verde e una lunghissima distesa di sabbia, un posto incantevole piuttosto tranquillo ad agosto. Qui la nostra sosta è durata un paio d’ore al max, giusto il tempo di prendere un po’ di sole, fare qualche foto e video da tutti i punti di osservazione della spiaggia.

Arraial do Cabo ha davvero tanto da offrire, è un punto di partenza di numerosi tour locali che raggiungono attraverso barconi isole e punti non altrimenti raggiungibili, e’ una meta ideale per i sub,per fare snorkeling e per avvistare le tartarughe caretta caretta.
Ad Arraial do Cabo ci sono tantissimi locali in cui poter mangiare hamburger o le classiche pietanze locali anche ad ottimi prezzi a qualsiasi ora, anche in pieno pomeriggio, ci sono anche molti minimarket in cui poter fare la spesa in caso di necessità.
Dopo aver visto queste meravigliose spiagge e ormai in tardo pomeriggio ci siamo spostati nella località in cui avevamo prenotato per due notti, Buzios, una meta del turismo del weekend molto apprezzata dai brasiliani, con tante spiagge, tanti locali e tantissime pousade in cui è possibile riuscire a pernottare anche in loco. Io vi consiglio sempre Booking per essere tranquilli e di controllare tutte le condizioni di pernotto, a volte si può incorrere in errori di distrazione e magari correre il rischio di non ritrovarsi la prenotazione una volta sul posto…quindi sempre attenti!
Buzios dista circa 15 km da Arraial do Cabo e dalle sue splendide spiagge. Dopo aver trascorso la prima notte in pousada abbiamo deciso il giorno seguente di passare qualche ora sulla spiaggia più bella di Arraial, la spiaggia denominata Forno Beach, raggiungibile solo dopo aver superato a piedi una collinetta sterrata e quindi la successiva discesa.
L’accesso alla spiaggia si puo’ riconoscere facilmente perché nelle vicinanze c’e’ la Chiesa de Nossa Senhora de remedio.

Dall’alto il punto d’occhio è strepitoso, Forno Beach e’ una baia di sabbia bianca e acqua cristallina, protetta dal vento e col mare sempre calmo, circondata da pareti di roccia ma con molta vegetazione, ricca di cactus, in assoluto la più bella spiaggia tra quelle che abbiamo visto nella nostra vacanza. La temperatura dell’acqua ad agosto è davvero fredda, un po’ come a maggio da noi ma l’acqua è davvero irresistibile, quindi impossibile non tuffarcisi.

Anche qui è possibile se si è fortunati riuscire ad osservare le tartarughe caretta caretta.

Arraial do Cabo è davvero il posto ideale per godersi un po’ di mare “nei dintorni” di Rio.
Dopo 2 giorni di mare tra Buzios e Arraial do Cabo puntiamo a Sud di Rio, sveglia all’alba e direzione Angra dos Reis, località di mare dello Stato di Rio de Janeiro ma a circa 120 km da Rio e a 50 km dal nostro punto di interesse principale, Paraty, mitica città coloniale con le sue case storiche trasformate in ristoranti e pousade e negozi di souvenir e con il fascino di essere circondata da una vegetazione lussureggiante.
Dopo circa 4,5 ore di auto giungiamo alla nostra Pousada Vo Irene nella città di Itacurucà, che merita una citazione per la gentilezza dei proprietari, per la pulizia e per l’ottimo rapporto qualità/prezzo, circa 90 km a nord di Paraty ma punto strategico per visitare la citta’ coloniale e anche per fare una escursione a Ilha Grande, una splendida isola raggiungibile con un traghetto dai porti di Mangaratiba(15 km da Itacurucà) o Angra dos Reis (45km).
Giunti in tarda mattinata alla Pousada decidiamo di sfruttare la restante parte della giornata per andare a visitare Paraty. La strada per Paraty da Itacurucà è in buone condizioni ma presenta tantissimi tornanti, quindi nessun problema con la luce del sole ma al ritorno può creare diversi problemi, quindi il mio consiglio è di organizzarsi in modo tale da percorrerla sempre con la massima visibilità. Sulla strada è possibile incontrare numerosissimi autovelox e tantissimi dossi artificiali, quindi occhio a moderare la velocità per non incorrere in sanzioni.
Dopo circa 2 ore di auto giungiamo a Paraty e restiamo subito incantati dal fascino delle case storiche con porte e finestre dai colori vivacissimi, dalle strade con pavimentazione in pietra, dagli affascinanti ristorantini e negozi di souvenir, dallo splendido porticciolo-canale

e dalle spiagge che circondano un po’ tutta la località, davvero incantevole, noi abbiamo dedicato circa 3 ore alla visita di Paraty perché non avevamo molto tempo a disposizione ma vi consiglio di arrivare al mattino presto per sfruttare al massimo le ore di sole pieno per ammirare al meglio i suoi colori, la sua vera anima.

 

 

 

Ovviamente attorno alla parte storica della città e’ sorta un’area turistica attrezzata con ristoranti, ipermercati e negozi di vario genere.
Il giorno successivo meta del nostro viaggio è stata Ilha Grande, quindi partenza di buon mattino e rapida corsa in auto da Itacurucà a Mangaratiba per prendere al volo il traghetto per l’isola. E’ importante prenderlo al mattino per avere il tempo di visitare un po’ l’isola considerando che il traghetto di ritorno parte nel primo pomeriggio e che le attività sull’isola sono diverse.
Il traghetto ci mette circa 40′ per raggiungere Ilha Grande e il prezzo del biglietto è di 14 Reals per tratta e si puo’ fare solo quando il traghetto attracca.
Appena sbarcati a Ilha Grande è iniziata la nostra escursione

tra le bellissime spiagge dell’isola, tantissime calette con alberi di cocco e amache prese d’assalto dai visitatori.

Una cosa che mi ha colpito sono state le splendide pousade, case, villini a pochi metri dal mare,

con cortile sulla spiaggia e con sfondo la foresta tropicale lussureggiante. Infatti una delle caratteristiche di Ilha grande e di tutti gli isolotti di fronte ad Angra dos Reis è di essere ricchi di verde.

Sull’isola è possibile noleggiare canoe, barche a motore e fare tour di ogni tipo per circumnavigare tutta l’isola, noi abbiamo desistito e abbiamo preferito optare per una bellissima escursione nella foresta alla ricerca di una piccola ma bellissima cascata

inserita nell’entroterra, un percorso di trekking di circa 30 minuti piuttosto faticoso ma che premia gli sforzi alla fine con la vista della cascata, con la possibilità di scrutare tra gli alberi scimmie, piccoli oranghi, bradipi e con un’infinità di cambi di vegetazione e di colori lungo il percorso.

Tutto ben segnalato da cartelli presenti ovunque. Dopo la tappa alla cascata torniamo al porto dell’isola, ad attenderci il traghetto per Mangaratiba…ultima tappa prima del rientro in pousada.
Che dire…una giornata  alla visita di Ilha Grande va assolutamente dedicata, non ve ne pentirete!