San Francisco

Victorian homes on Steine Street and the San Francisco skyline from Alamo Square ParkSan Francisco è una città imperdibile per chi si affaccia su questo lato degli Stati Uniti. Piena di storia, musei e luoghi singolari, è una città che merita, nel vostro piano “on the road”, almeno  due giorni pieni di visita, se non tre, per godere appieno delle sue atmosfere e dei suoi spettacolari scorci.

 

Questa sezione è divisa in due parti: attrazioni e informazioni generali.

NOTA: Le notizie che riporto sono datate 2008, quindi usatele come spunto e verificate che siano ancora valide. Inoltre chiaramente questa è una guida rapida, per tutti gli approfondimenti, verifiche e cose nuove da vedere il web è a vostra disposizione.

Quando ci siamo stati: Nel 2008, dal 3 Luglio al 6 Luglio (3 notti)

LE ATTRAZIONI

Noi abbiamo avuto 2 giorni pieni per girarla e per ritornare anche in alcuni posti.
La scelta di come visitare la città l’abbiamo fatta lì per lì dividendola in zone limitrofe e cercando di usare i piedi come mezzo di locomozione principale per godersi appieno la città.
I posti principali che abbiamo visitato sono qui sotto elencati.

1) Alcatraz

La visita è prenotabile via internet (preferibile) o direttamente al molo 33.
Dura circa 1 ora e mezza (più il viaggio in traghetto). Dopo un breve tragitto per arrivare alla prigione vi danno un audio guida in italiano e con quella seguite la visita da soli fermandovi ai vari punti dove l’audio guida vi indica.
La visita è fatta molto bene, con i punti di vista sia dei carcerieri che dei carcerati, sono loro che vi raccontano le vicende principali del carcere; due su tutte: la battaglia di Alcatraz e la fuga da Alcatraz.
Potete rimanere quanto volete e poi prendere il traghetto per tornare indietro, l’ultimo estivo dovrebbe ancora essere alle 21.30.
Noi abbiamo fatto la visita delle 18.30 e siamo ritornati indietro alle 21.30.
Il bello di quest’orario è che ti fai l’andata con la luce, poi ti vedi il tramonto sulla baia e rientri con lo skyline della città davanti a te, indimenticabile!
Il tour era organizzato da AlcatrazCruise.

2) Chinatown

Caratteristico quartiere cinese pieno di vita, profumi (o odori…) e chincaglierie cinesi.
E’ visitabile di giorno e di sera tranquillamente.

3) Pier 39

Il più famoso molo di San Francisco offre una bella vista sulla città, un sacco di posti dove mangiare il famoso granchio e tanta, tanta gente!
Ci sono anche i leoni marini, che, se hanno voglia, si fanno pure vedere.

4) Fisherman Wharf

E’ la zona dei moli, forse la più turistica della città.
Qui si trovano il Pier 39 e il Pier 33, il resto è una piacevole passeggiate con la città da una parte e il mare coi gabbiani dall’altra.

5) Market Street e dintorni

La strada dello shopping, la più frequentata della città. C’è il centro informazioni dove prendere tra le altre cose il biglietto del MUNI.
Ci sono musei (MOMA per esempio), negozi, ristoranti, fast food, cinema e quant’altro. Insomma molto viva.

6) Golden Gate

Da vedere assolutamente, magari, come abbiamo fatto noi, in bicicletta.
Noleggiate le bici da un Blazing Saddles (per esempio ce ne era uno in Columbus Avenue) e partite.
La gita è tranquilla non difficile se non per una ventina di metri in salita, ma che si possono fare anche scendendo dalla bici….
Passate per l’Arsenale, attraversate il litorale di San Francisco e poi su per il Golden Gate, maestoso ponte che, se avete la fortuna di beccare la bella giornata, vi farà godere di ottimi paesaggi sulla città e sulla baia.
Una volta attraversato il ponte (su una ciclabile che corre protetta dalla strada) scendete giù verso Sausalito: un paesino in cui il clima è decisamente più caldo della metropoli.
Non partite troppo tardi per la gita (diciamo non più tardi di 12.00) visto che l’ultimo traghetto da Sausalito a San Francisco è alla 16.30 (almeno così era a quel tempo).
La coda per il rientro col traghetto è lunga, ma non scoraggiatevi, ci state tutti, bici comprese!!
Il costo del noleggio bici+battello è stato di circa 85 dollari (per due persone) (rif. 2008).

7) MOMA

Il museo è molto interessante (inferiore però all’omonimo di NY). Se, come noi, avete la fortuna di beccare una bella mostra (Frida) non mancate di visitarlo (l’ingresso nel 2008 era di 12 dollari).

8) North Beach

Da passeggiarci col naso all’insù, ammirare i vari grattacieli, piramide compresa, per arrivare poi all’Embarcadero dove parte una delle tre linee dei cablecar.

9) Lombard Street

La strada a tornanti (ripresa in tanti film e telefilm) è tenuta molto bene a uso e consumo turistico, da passarci.
La strada è molto lunga come la maggior parte delle strade, il tratto a tornanti è l’ultima parte direzione Columbus Avenue.

10) Haight Ashbury

Il quartiere dei figli dei fiori ha mantenuto questa caratteristica, coi negozi più strambi della città.
Rimane una zona secondo me un po’ degradata (e anche un po’ squallida) da visitare di giorno, meno di sera anche se la presenza di numerosi locali dovrebbe essere di garanzia.

11) Japanese Tea Garden

A noi non ha detto nulla, il parco dove si trova è luogo di ritrovo di grigliate e giochi dei locali, ma il giardino è molto piccolo e direi tranquillamente evitabile.

12) Alamo Square

La piazza con le famose case allineate e vista sulla città. Se non c’è nebbia da vedere, se c’è nebbia portatevi un maglioncino…tira vento!

13) Cable Car

Divertente: vi permette di vedere la città attraversandola su e giù per le sue strade. Sono 3 linee (e credo sia ancora così).
Noi abbiamo fatto la California Line dove troverete sicuramente meno coda che alle altre due linee (quelle che arrivano/partono da Market Street).

14) Union Square

Vale il discorso fatto per Market Street che è lì vicina, zona molto vivace che non offre niente di assolutamente imperdibile, ma da cui passerete sicuramente perchè centro vivo della città.

INFORMAZIONI GENERALI

1) Aeroporto

Una volta sbrigate le formalità di ingresso uscite dall’aeroporto seguendo il cartello “hotel shuttle”, all’uscita trovate il responsabile del “Super Shuttle” il quale vi chiede il nome dell’hotel e vi assegna il numero dello shuttle che vi accompagnerà.
E’ un taxi collettivo che fa il giro degli alberghi. La corsa costava (2008) 17 dollari a persona che pagate quando scendete davanti al vostro albergo all’autista.
A quel tempo il modo migliore per raggiungere il vostro hotel, verificate cosa è cambiato oggi.
Non c’è bisogno di prenotare su internet se lo volete fare è per aiutare loro a capire quanta gente più o meno hanno a un determinato orario.
Altrimenti aspettate un po’, noi abbiamo aspettato 20 minuti e poi via all’hotel.

2) Dormire

Per dormire, secondo me, la zona migliore è quella di Market Street, molto vivace anche la sera e piena di tutto il necessario.
Ha inoltre il vantaggi di essere servita perfettamente dai mezzi pubblici. Probabilmente però pagherete un po’ di più che in altre zone.
Noi siamo stati al Buena Vista Motor Inn in Lombard Street.
Hotel senza infamia e senza lode con colazione compresa, diciamo un po’ caruccio per il servizio, ma d’altronde siamo a San Francisco!
Non lontano dal Fisherman Wharf (a piedi circa 20 minuti), ma intorno (nel 2008) non c’era nulla, se non un ristorante italiano molto caro.

3) Mangiare

Sicuramente dovete provare le specialità del Pier 39, magari da Bubba Gump (sembra caro, ma “scofani” abbastanza!)
Per il resto c’è tutto quello che volete: dal fast food al cinese (noi non l’abbiamo provato per questioni di tempo), dalla tavola calda fino al ristorante di livello.

4) Spostarsi coi mezzi – IL MUNI

Il pass MUNI per avere accesso ai mezzi pubblici, fatelo! Anche se credete di girare la città a piedi, avrete comunque l’occasione di prendere qualche autobus sicuramente.
Poi vale anche per il cable car, la cui corsa semplice costa 5 dollari, mentre il MUNI costava per 3 giorni 18 dollari (rif. 2008).
Lo potete acquistare in vari punti come per esempio in Market Street all’Info Point (si trova vicino alla partenza di due linee del cable car in una galleria commerciale sotto il livello della strada).

5) Le strade e la guida

Sulle strade di San Francisco si viaggia che è una meraviglia, un su e giù molto suggestivo.
Come detto nella sezione “ORGANIZZAZIONE” e’ molto facile guidare visto che gli americani usano degli accorgimenti banali, ma utili per il guidatore, tipo, per esempio: indicare la via che si incrocerà, con un incrocio di anticipo, così da potersi preparare per tempo se si deve girare.
I semafori sono dall’altro lato della strada quindi quando è giallo fermatevi che sennò rimanete nel mezzo di strada con tutte le conseguenze del caso!

6) Il meteo

Il tempo a San Francisco è quanto di più variabile si può avere (e vale anche dopo 6 anni!). Si passa dal freddo e dalla nebbia al sole con una certa rapidità e anche spostandosi di quartiere.
Noi abbiamo beccato un giorno sui 15 gradi con nebbia e pioggia e due giornate splendide con 25/26 gradi.
Il Golden Gate è comunque un terno al lotto anche se in città c’è il sole, quindi ci vuole fortuna e noi l’abbiamo avuta. Se vedete che la giornata promette non esitate a fare la gita in bicicletta, magari modificandoi vostri piani.
Dall’altra parte della baia (Sausalito) il tempo invece è quasi sempre bello e caldo.

7) Noleggio macchina

Se San Francisco è la vostra meta di partenza per il vostro on the road allora i lgiorno della partenza dalla città dovete ricordarvi di prendere la macchina…

Il noleggio si troverà probabilmente nella zona di Union Square, andateci prima dell’orario che vi ha dato l’agenzia perchè troverete coda, noi ci abbiamo schiacciato poco più di 1 ora per riuscire a prendere la macchina.
Potete decidere se prendere il  GPS o altre diavolerie elttroniche (chiaramente aggiungendo obolo). Noi non l’abbiamo fatto avendo tutte stampato. Le cose importanti sono le assicurazioni fatte con l’agenzia e il mazzo di chiavi di riserva.

Dovrebbe essere tutto per San Francisco…..

Una risposta a “San Francisco”

I commenti sono chiusi.

Translate »