W Las Vegas!

Las VegasLas Vegas, la patria dell’eccesso

Descrivere Las Vegas e tutte le sue stranezze è inutile: bisogna vederla, godersela, amarla od odiarla.
Las Vegas non prevede compromessi infatti: o si ama o si evita, o vi sembrerà poco il tempo che le dedicherete o non vedrete l’ora di lasciarla.
Noi l’abbiamo apprezzata, ci è piaciuta, ci ha fatto divertire, ci ha stupito di giorno e di notte e ci ha anche coccolato (il Bellagio…).

 

Questa sezione è divisa in due parti: attrazioni e informazioni generali.

NOTA: Le notizie che riporto sono datate 2008, quindi usatele come spunto e verificate che siano ancora valide. Inoltre chiaramente questa è una guida rapida, per tutti gli approfondimenti, verifiche e cose nuove da vedere il web è a vostra disposizione.

Quando ci siamo stati: Nel 2008, dal 9 Luglio al 11 Luglio (2 notti)

Tipicamente ci si arriva dopo aver visitato la Death Valley (clicca qui per leggere la sezione parchi)

Per noi è stato così: abbiamo lasciato la DV, ma non il suo caldo e una volta sulla via di Las Vegas abbiamo  impiegato circa 2 ore e mezza per arrivare nella città del divertimento.
Trovata la Strip e il Bellagio senza particolari problemi, abbiamo lasciato la macchina ai ragazzi del Valet Parking e siam saliti nella nostra mega stanza.

LE ATTRAZIONI

1) Gli Hotel

Gli hotel chiaramente sono una delle attrazioni principali della città. Ogni anno ne sorgono di nuovi, ne spariscono di vecchi, altri si rinnovano. In generale a distanza anche solo di un anno il panorama cambia, figuratevi dopo 6 anni…

Noi abbiamo dormito al Bellagio, volevamo vedere il set di Ocean’s eleven….
L’hotel è veramente bello, curatissimo e scintillante.
La stanza è proprio bella ed enorme e la pulizia della stessa avviene due volte al giorno!!
Dalla nostra finestra si vedono in basso le 5 piscine dell’hotel di cui abbiamo approfittato (per entrare devi esibire la chiave magnetica dell’hotel).
La stanza è costata 125 euro a notte (rif. 2008), quindi direi un prezzo onesto per un hotel 5 stelle!

Il Bellagio è al centro di Las Vegas Boulevard (la famosa STRIP), punto ideale per la visita degli hotel che caratterizzano una delle strade più strambe del mondo.
Al Bellagio, imperdibile, è lo spettacolo delle fontane che dalle 8 di sera viene eseguito con cadenza di 15 minuti.
Nel pomeriggio appena arrivati dopo la visita del Bellagio, siamo andati a vedere il New York New York, l’Exacalibur, il Luxor, il Mandalay Bay (lusso puro) e poi di ritorno l’MGM con i suoi leoni.
La sera ci siamo concessi sushi al Bally’s: buono.
Poi via ancora al Mirage e al Venetian con visita al museo delle cere, dove mi son divertito (anche se è caruccio 25 dollari a persona nel 2008).

Il giorno dopo ancora per hotel: al Paris Paris, Planet Hollywood, Ceasar Palace, Circus Circus (solo perchè ci abbiamo fatto colazione).
Tutti gli hotel hanno il piano dedicato al casinò, chi lo tiene meglio, chi lo ha più vecchiotto, ma alla fine sono tutti molto simili.
La differenza la fanno gli esterni a tema e gli interni anch’essi a tema; la differenza la fanno i cieli finti del Venetian o del Paris, la sciccheria del Mandalay, la cura del Bellagio o i leoni del MGM.
Insomma ce ne è per tutti i gusti a voi scegliere quello che più vi rispecchia.

2) Giocare

Almeno il 60% delle persone a Las Vegas gioca, il restante 40% guarda giocare… a voi decidere in quale percentuale volete rientrare…
I giochi al casinò sono infiniti, non mi dilungherò a elencarli, ho però scoperto alcune varianti di poker che mai avevo sentito.
Per paura di non capirci niente non ho giocato a texas hold’em (c’erano troppi tavoli!), ma mi sono divertito come un bambino al “Black Jack”.
I tavoli di BJ vanno da 5 dollari (il più cercato e quello che vi consiglio vivamente se volete giocare!) per poi salire a 10, 50, 100 etc etc fino a N mila dollari.
Intorno al tavolo girano fanciulle che vi chiedono se volete da bere; cercate di capire se è per chi gioca: il bere si paga o è gratis (molto probabile se state giocando), io mi son fatto venire il dubbio troppo tardi….
Si gioca a qualsiasi ora in qualsiasi momento con qualsiasi tempo.
Se decidete di giocare, quando vi sedete i soldi li posate sul tavolo, il croupier li prende, li mette via e vi dà le vostre fiches.

Durante il weekend la città si popola di tantissima gente che viene a passare una o due giornate ai casinò, quindi se dovete scegliere meglio passarci di infrasettimanale: c’è tanta gente lo stesso, ma è più vivibile e sono più alte le possibilità di giocare nei tavoli a portata di tasca.

Su quanto giocare (soldi) e quanto giocare (tempo) non dico nulla: “faber est suae quisque fortunae“. Unico consiglio: più giocate e più alte saranno le possibilità di perdere, più cercherete di recuperare e più probabilmente andrete sotto. Se invece saprete fermarvi per tempo riuscirete, come me, a recarvi al gabbiotto per scambiare le fiches vinte…

3) Gli OUTLET

Li inserisco qui perchè sono delle attrazioni, non fosse altro che hanno dei prezzi da piangere, per noi poveracci dell’euro.
Siamo stati all’outlet Premium una mattinata e abbiamo comprato “qualcosina”, non mi dilungherò troppo, ma vi assicuro che ne è valsa la pena!!

Ce ne sono diversi di Outlet e sono tutti piuttosto interessanti dal punto di vista economico (come spesso accade negli States), quindi provate ad approfittarne.

4) La strip

La strip ha il Bellagio come hotel centrale.
Al lato del Bellagio c’è il Caesar Palace da una parte e, dall’altra, un enorme cantiere che progrediva, vi garantisco, a vista d’occhio (ora immagino sia finito… chissà che hotel c’è).
Gli hotel che si distribuiscono sulla strip da fare rigorosamente a piedi sono partendo dal più esterno [rif. 2008]:

– Mandalay Bay
– Luxor
– Excalibur (esiste un trenino gratis che collega Excalibur, Luxor e Mandalay)
– MGM
– New York New York
– Montecarlo
– Planet Hollywood
– Paris Paris
– Bally’s
– Bellagio
– Caesar Palace
– Flamingo
– Mirage
– Venetian
– Treasure Island

Tutti quelli fuori da questo elenco sono lontanucci, alcuni molto lontani, da raggiungere solo con la macchina:

– Winn
– Circus Circus (vecchio)
– Stratophere (il più lontano)

Quando ci siamo stati noi, una volta superato il Winn, la strip diventava molto squallida: un cantiere brutto a cielo aperto, con molti spazi incolti e lasciati abbandonati. Magari ora è diversa con nuove sfavillanti attrazioni.

Fuori dalla strip c’è, tra le altre cose, Fremont Street dove alle 21.00 di ogni sera c’era un gioco di luce; il problema è che ci vuole la macchina per raggiungerla; vedete voi, noi ce lo siamo risparmiato.

5) I locali notturni

Di tutti i tipi, per tutti i gusti e tasche. Girate, cercate e vi si apriranno le porte degli spettacoli dal vivo, della musica, della perdizione e non solo.

Oltre agli hotel la città è piena di locali notturni.

Che consigli volete che vi dia? Nessuno: andate e scegliete…

INFO & CONSIGLI

1) Dormire

Scegliete uno qualsiasi degli hotel della strip, io consiglio comunque i più centrali.
Il Bellagio costa un po’ di più, ma che cavolo (!!), con il valore dell’euro (a quel tempo) vale la pena!

L’hotel è oggettivamente molto bello e tenuto bene. Altri sono un po’ fatiscenti (Luxor, Circus Circus o il Ceasar a quel tempo), più vecchi e avrebbero bisogno di una rinfrescata. Ce ne sono anche di nuovi e splendenti. Informatevi bene.

Il Bellagio ha, se non ricordo male, quasi 4000 stanze!!! Volete che non ci sia un posto anche per voi?? Comuqnue anche gli altri hotel non hanno meno di 2000 e rotte stanze, quindi possibilità di non trovare posto uguale zero.
Altro non mi sento di dire, scegliete un po’ il vostro tema preferito, magari prenotate/pagate solo la prima notte così potete anche cambiare se l’hotel (dal vero) non vi soddisfa.

2) Mangiare

Si mangia ovunque a qualsiasi prezzo e qualsiasi cosa.
Io consiglio le colazioni e le cene a buffet o anche detti ALL YOU CAN EAT.
Per la colazione scegliete l’hotel che la offre a meno costo, tanto sono più o meno tutte uguali, ma tra un Bellagio a 25 dollari e un Circus Cicus a 11 dollari a persona, noi abbiamo provato il Circus, hotel al tempo fatiscente (magari ora l’hanno rinnovato), ma con una colazione abbondante.
Per il buffet serale fate più o meno lo stesso ragionamento, magari elevando un po’ il livello dell’hotel che scegliete.
Noi siamo stati al MGM a 30 dollari e siamo usciti sulle ginocchia…
Altrimenti se non amate il buffet, qualsiasi “catena mangereccia” o ristorante di qualsiasi nazionalità e costo volete…. l’avrete!!!

3) Muoversi e parcheggiare

La parola d’ordine è muoversi a piedi, per poter entrare in tutta libertà negli hotel o ovunque voi vogliate.
Se siete pigri e volete usare la macchina, fate attenzione dopo le 18.00: il traffico si intensifica molto e la sera starete tanto in coda, mentre tutti intorno a voi camminano!
Per il parcheggio usate i VALET PARKING presenti in tutti gli hotel, seguite le indicazioni, fermatevi dal ragazzo che vi fa segno, lasciategli chiavi e macchina e lui vi consegnerà un tagliando per il ritiro.
Quando tornerete consegnate il tagliando a un qualunque addetto e in meno di 5 minuti la vostra macchina sarà davanti a voi con l’aria condizionata accesa…. dategli qualcosina di mancia mi raccomando!!

4) Clima

A Las Vegas fa caldo, molto caldo.
Passerete dai 38° fuori ai 18° all’interno degli hotel, quindi occhio a questi sbalzi.
La sera magari portatevi un golfino se avete intenzione di giocare: a stare fermi nei casinò ci si raffredda.

5) Quanto stare

L’ho già detto e lo ripeto, LV o la si ama o la si odia, quindi tutto è relativo.

Diciamo che due notti possono essere il giusto compromesso per venire incontro a chi ama questo tipo di attrazioni (giocare al casino’, andare per locali strambi etc) e a chi si vuol fare un’idea di questa pazza città.

Come detto prima fate attenzione che durante il weekend c’è chiaramente molta più gente, i prezzi sono più alti e giocare è un po’ più complicato. Se potete scegliere meglio passarci di infrasettimanale.

Una risposta a “W Las Vegas!”

  1. Hi friends, its enormous piece of writing on the topic of teachingand fully explained, keep it up all the time.

I commenti sono chiusi.

Translate »