Terracina: 10 cose da vedere

TERRACINA COSA VEDERE

Terracina, sulla costa pontina in Provincia di Latina, è forse la più affascinante delle cittadine costiere del Lazio. Di lei si innamorò Goethe nel suo viaggio in Italia e sulla sua sommità salì Ulisse per guardarsi intorno e scorgere il profilo del Circeo abitato dalla Maga Circe.

GUARDA ANCHE: PARCO NAZIONALE DEL CIRCEO

Terracina bassa ha un lungomare vivo in estate con chioschi e stabilimenti balneari, un viale piacevole con negozi, ristoranti e belle zone residenziali.

Terracina alta è il gioiello più bello di Terracina. Chiusi nelle antiche mura medievali ci sono i resti di un tempio romano, mosaici, un foro romano accanto al quale corre intatta la Via Appia antica, una cattedrale medioevale costruita con resti, statue e reperti romani e il basamento enorme di un tempio dedicato a Giove che guarda il mare. Terracina alta è anche il posto dove trovare enoteche, osterie e locali.

cosa vedere terracina

Di seguito 10 immagini e altrettanti luoghi speciali da vedere a Terracina che vi faranno innamorare perdutamente.

A picco sul mare, sulla sommità del monte, veglia su Terracina un antico tempio romano dedicato a Giove. La sua vista dal basso fa pensare a racconti e leggende omeriche. Dal tempio la vista sul Golfo di Gaeta e sul Promontorio del Circeo è spettacolare.

Sul sito ufficiale del  Tempio di Giove Anxur. trovate tutte le info per visitarlo; è a pagamento.

  • FORO ROMANO DI TERRACINA

Il foro romano di Terracina è ancora intatto e su alcune delle piastre di marmo si leggono iscrizioni arrotondate dal tempo. Accanto al foro c’è la via Appia e l’arco che era la porta di accesso a Terracina in epoca romana.

Ad Itri, poco lontano da Terracina, si può passeggiare lungo un tratto della via Appia ancora intatto: qui trovate le info.

  • LA CHIESA DEL PURGATORIO

Superato il foro romano scendendo in direzione del Circeo si percorre una strada in discesa. Guardate alla vostra destra per non perdervi il colpo d’occhio della Chiesa del Purgatorio. Decorata con teschi e scheletri è un memento mori abbandonato e danneggiato dal tempo, chiuso in un cantuccio spettacolare dove non te l’aspetti.

  • CATTEDRALE DI TERRACINA

La cattedrale ha un bellissimo campanile medievale. L’intera struttura è costruita prevalentemente con materiale di epoca romana riutilizzato: ci sono capitelli incastrati tra i laterizi, iscrizioni e frammenti di mosaici, marmi ed una enorme vasca romana, un tempo utilizzata forse per i sacrifici, è oggi un simbolo sacro.

  • PORTA NAPOLETANA

La Porta Napoletana costruita nel Seicento era la porta di accesso a Terracina dal sud. Accanto alla porta c’è il sasso di Terracina. La montagna in epoca romana arrivava fino al mare e per permettere alla strada di raggiungere agevolmente la città era stata tagliata a mano creando il Sasso di Terracina.

Tempio di Giove Anxur Terracina

Una foto pubblicata da 🇮🇹 Visit Terracina 🇮🇹 (@visit_terracina) in data:

  •  IL PORTO DI TERRACINA

A Terracina c’è un porto di pescatori dove le barche colorate, le reti e l’odore di mare fanno pensare a un tempo lontano. Il 16 luglio, per la festa della Madonna del Carmine, i pescatori escono a mare in una processione notturna in barca con fuochi d’artificio sull’acqua.

  • VICOLO RAPPINI

A Terracina bassa c’è un vicolo che ospitava le casette dei pescatori venuti da lontano per pescare nel mare ricco di Terracina e costruite proprio vicino al mare. Ora le case sono state ristrutturate, ma nel vicolo si respira ancora un’atmosfera diversa, di un posto di confine, di un legame con il mare differente, di stranieri e lotte con i pericoli del mare.

“Al vicolo Rappini verso mezzogiorno c’era calma: sull’acciottolato fangoso restavano riverse le reti rotonde e le pertiche. Ogni tanto passava qualche donna col cannadiejo di terracotta sul capo, e subito scompariva dentro in casa, sollevando la tenda penzolante davanti alla porta, una vecchia rete smagliata. Sugli scalini stavano a pazziare dei mammocci tutti sporchi coi visetti già ruggini dei pescatori, dentro certe palandrane sdrucide che erano già state dei fratelli maggiori. Qualcuno però, stava ancora a fare le coffe, seduto con le gambe aperte contro il muro scrostato di casa sua. Il solicello di mezzogiorno indorava il vicolo, che sentiva tutto di zuppe di fraulini, con l’olio e la conserva” Pier Paolo Pasolini. Buongiorno da #Terracina 😊 #visit_terracina #igerslatina #igerslazio

Una foto pubblicata da 🇮🇹 Visit Terracina 🇮🇹 (@visit_terracina) in data:

  • CASTELLO FRANGIPANE E PARCO DELLA RIMEMBRANZA

Il Parco della Rimembranza si trova a ridosso del centro storico di Terracina, sotto il castello Frangipane. E’ stato aperto negli anni 20 ed è selvaggio con scorci incredibili su Terracina e il mare.

  • LUNGOMARE DI TERRACINA

Il lungomare di Terracina è percorso da una lunga ciclabile rinfrescata dalle palme. In estate pullula di chioschi aperti anche la sera e stabilimenti balneari dove fare vita da spiaggia e tornei di volley. Il mare non è dei migliori della riviera Pontina, ma è piacevole per chi ama gli stabilimenti balneari ben organizzati.

TERRACINA MARE

Sotto il monte e sotto il Tempio di Giove l’acqua è cristallina e il paesaggio più selvaggio e poetico. Girando l’angolo in direzione di Sperlonga l’acqua è verde e trasparente.

METEO A TERRACINA
COME RAGGIUNGERE TERRACINA

Clicca QUI per seguire Cose che ti faranno amare il Circeo su Facebook

Precedente 10 posti bellissimi dove dormire a Ponza Successivo Spiagge per cani a Latina

Lascia un commento

*