Area naturale dei Gricilli: come visitare

TEMPO DI LETTURA: 4 minuti

La sorgente dei Gricilli è al centro di un’area naturale in cui è possibile ammirare la pianura pontina così come era prima della bonifica integrale degli anni 30. L’aspetto umido e paludoso della zona, ai Gricilli, è ancora intatto. Ma soprattutto ammirereti sorgenti di acqua sulfurea e laghetti di un intenso colore tra il verde chiaro e il bianco latte.

Sorgente dei Gricilli

Un tempo le acque della sorgente dei Gricilli servivano per curare le ferite degli animali e per donare candore alla lana durante la trasumanza che portava le greggi dai pascoli montani in estate alla palude pontina in inverno. Era chiamata Fontana Muro e sgorgava direttamente all’interno dei Gricilli.

La sorgente dei Gricilli si trova appena sotto Priverno e i Monti Lepini e nel comune di Pontinia, all’interno di un’area naturale, frequentata soprattutto in estate.

Laghetti dei Gricilli

Lago dei Gricilli

I laghetti dei Gricilli hanno origine da sorgenti sotterranee. I Monti Lepini, come tutto l’Appennino Laziale- Abruzzese, danno vita a fenomeni carisici. L’acqua piovana, invcee di scendere lungo le pendici dei monti, formando torrenti, fiumi e cascate, erode la roccia. Si infiltra nel suore della montagna scavando inghiottitoi, doline e grotte. Una volta giunta a valle inizia il suo viaggio sotterraneo verso il mare. L’acqua abbondante incontra però ben presto suoli impermeabili e argillosi. Il proseguimento è così impedito e l’acqua sgorga in superficie formando delle sorgenti.

Prima della bonifica pontina erano numerosi i piccoli specchi d’acqua che insieme a pozze e piscine popolavano l’enorme zona umida che andava dalle porte di Roma e fino a Fondi. Oggi di quell’antico paesaggio rimangono le piscine all’interno della Selva di Circe del Parco Nazionale del Circeo (piscine della Verdesca, delle Bagnature e della Gattuccia), i Gricilli, il lago di Ninfa e l’oasi di Pantanello appena di fronte al giardino.

Le acque sulfuree sono fortemente mineralizzate con presenza di alti tenori in CO2 e composti dello zolfo.

Quanti sono i laghi dei Gricilli?

I Laghi dei Gricilli, anche chiamati laghi del Vescovo o Fontana di Muro, sono una serie di sinkholes (sprofondamenti del suolo) nella pianura pontina. Si tratta in realtà di un vero e proprio sistema di laghetti suddiviso in tre gruppi. Oltre ai laghi del Vescovo ci sono infatti il gruppo del Lago San Carlo e più a sud del Lago Mazzocchio.

Il laghetto di San Carlo è il primo che si incontra venendo da Priverno ed è un piccolo lago circolare. I laghi del Vescovo sono composti da 4 specchi d’acqua di cui 3 sono sulfurei, riconoscibili dall’innaturale colore celeste, ed uno è di acqua dolce. Quest’ultimo ha una tipica forma ad otto.

Il lago Mazzocchio, più a sud, non è visibile dalla strada e è stretto in un bosco di eucaliptus. E’ alimentato dalle acque di un canale che poi si ricongiunge più avanti con le acque del fiume Ufente, dopo l’impianto idrovoro.

Oasi di San Valentino

L’Oasi San Valentino è un’area picnic con ombrelloni e lettino, accesso all’acqua sulfurea, verde attrezzato e punto ristoro.

Per prenotazione punto ristoro e barbecue: Tel. 339/6601411, e-mail: emanuela.proia@gmail.com

Come arrivare

I Gricilli, stretti tra I Lepini e la direttrice ferroviaria Roma-Napoli sono visibili dal treno escluso il lago più meridionale la cui vista è interdetta dalla folta vegetazione.

I Gricilli si trovano a metà strada tra Ceriara e l’Abbazia di Fossanova, su Strada dei Gricilli.

Io li ho raggiunti in bicicletta in un interessante percorso che dalla stazione di Priverno Fossanova, passando per l’Abbazia di Fossanova e da qui lungo la Via Francigena del Sud e il corso del fiume Amaseno, ci ha portati a Ceriara e su via dei Gricilli per poi tornare alla stazione in un giro ad anello.

Mappa

Qui sotto c’è la mappa per raggiungere i laghetti dei Gricilli.

Aggiornato il

Pubblicato da parconazionaledelcirceo

Sono cresciuta al Circeo e ci torno ogni volta che posso. Lavoro per un magazine di viaggio, vado in canoa, in bicicletta e viaggio a piedi. Adoro il mare e ho un cane ridico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vuoi prenotare un'escursione?
× Vuoi prenotare un'escursione?