La stazione fantasma della metrò parigina

La metropolitana parigina è uno dei simboli di questa città e tutti ne restano affascinati, sarà per la moltitudine di colori che la contraddistingue e sicuramente perché è stata ed è sfondo di tantissime pubblicità e film da sempre.

Vi siete mai chiesti come fanno i registi, gli art directors ad “occupare” la metropolitana parigina magari per giorni e giorni di riprese? Certo non sarebbe possibile stoppare e impedire ai parigini di prendere la metro (n.d.r in francese è maschile le métro de Paris) visto che qui a Parigi rappresenta il mezzo di trasporto più usato dai cittadini e naturalmente dagli innumerevoli turisti che transitano in città ogni giorno.

La risposta c’è e ve la svelo! Bisogna dire che a Parigi esistono le cosiddette stazioni “fantasma” ovvero delle fermate della metro che sono inutilizzate o completamente inaccessibili. Nella storia della metropolitana parigina troviamo molte stazioni mai aperte al pubblico come per esempio Porte Molitor che era destinata alle linee 9 e 10  ma viste le difficoltà incontrate nella costruzione, il progetto è stato abbandonato e oggi serve da stazionamento dei treni. Alcune stazioni, invece, chiuse nel lontano 1939, non sono mai state più riaperte come Arsenal (linea 5), Champ-de-Mars (linea 8 ) e Croix Rouge (linea 10). Altre invece non sono mai state nemmeno realizzate, nonostante rappresentino due stazioni molto importanti: La Défense e Orly- Sud ovvero il secondo aeroporto parigino.

Ma c’è una stazione misteriosa che attira la curiosità dei parigini e non solo: la stazione Porte de Lilas-Cinéma che si trova sulle linee 3 bis e 11 della metrò, al confine tra il 19° e il 20° arrondissement. Questa stazione è un vero e proprio “monumento” della città e a causa del suo inutilizzo vive ormai una seconda vita grazie ai tantissimi set a cui fa da sfondo. Del resto per i registi, sia di film che di pubblicità, la metropolitana parigina è una fonte d’ispirazione e cosa c’è di meglio della metrò per rappresentare Parigi e la vita quotidiana dei suoi abitanti? La stazione fantasma è accessibile da scale interne alla stazione 3bis e nelle Giornate del Patrimonio è possibile (con prenotazione) visitare la Porte de Lilas.

Naturalmente in funzione del film, telefilm, clip musicale o pubblicità i pannelli della fermata vengono adattati per esigenze di copione ma sapete quanto costa ai realizzatori una giornata di riprese? Per un’intera giornata la RATP (la società dei trasporti parigini) incassa tra i 15.000 e i 18.000 euro! Sicuramente non poco e un po’ scoraggiante ma c’è da dire che nel prezzo sono “inclusi” come figuranti veri agenti e conducenti della metropolitana, elettricisti e agenti della sicurezza ferroviaria.

Curiosi di sapere quali film sono stati girati in questa stazione? Indimenticabile il cult Le Fabuleux Destin d’Amélie Poulain, per questo film è stato cambiato il nome in Abbesses stazione del famoso quartiere  di Montmartre dove abita la dolce protagonista, come non ricordare il film Julie et Julia dove una bravisisma Meryl Streep interpretava Julia Child l’americana che scrisse il famoso libro Mastering the Art of French Cooking. Anche il bellissimo lungometraggio Paris je t’aime ha usato la stazione sotto il nome di Tuileries, mentre nel 2004 è la Microsoft che ha utilizzato la stazione di Porte de Lilas per una sua famosa pubblicità.

C’è chi la ama e chi la detesta ma il fascino del metrò parigino è indiscutibile soprattutto perché i registi, pubblicitari la rendono ancora più speciale nei film e nelle varie pubblicità, dimostrazione che anche il mezzo pubblico usato quotidianamente da migliaia di persone può diventare magico e far sognare!

Lascia un commento qui sotto oppure sulla Pagina Facebook di Vivere Parigi a cui puoi iscriverti cliccando “Mi Piace”


Porte des Lilas

... par la porte des Lilas

MF 67 de la 3bis à Porte des Lilas (9 février 2008)

Quai de la ligne 11 (direction Mairie des Lilas) à Porte des Lilas (9 février 2008)

Foto di:  L’imaGiraphe Victor Brito

4 Risposte a “La stazione fantasma della metrò parigina”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: