Antiochia vista dalla mia camera di hotel

Antiochia

Come ho già raccontato – potete leggere il post “Pegaso di Antiochia visto da molto vicino” – nei giorni scorsi sono andato a visitare in anteprima assoluta un progetto unico: un hotel che è stato costruito direttamente sull’agorà/foro di Antiochia sull’Oronte, ricchissima città prima ellenistica e poi romana che oggi si trova col nome di Antakya al confine mediterraneo tra Turchia e Siria.

LEGGI ANCHE: Pegaso di Antochia, visto da molto vicino

La particolarità straordinaria del progetto è che – l’ho già raccontato: “Ad Antiochia, l’hotel più bello del mondo” – l’hotel è anche un museo: i proprietari hanno finanziato tutte le operazioni di scavo e allestito sia un piccolo museo sia un percorso di visita, verrà gestito direttamente dal ministero della cultura turco (ci sono due entrate separate, per i clienti e per i visitatori).

La famiglia Asfuroğlu e l’architetto Emre Arolat sono stati da subito perfettamente d’accordo su di un punto: anche se la struttura è privata, sarà sempre accessibile al pubblico sia attraverso il museo (ci sarà un biglietto d’ingresso dal costo trascurabile) sia anche dall’esterno attraverso vetrate.

LEGGI ANCHE: Ad Antiochia, l’hotel più bello del mondo

Ovviamente, l’hotel in sé è formidabile e lussuoso. La prima foto è quello che si vede dalla mia camera: l’agorà/foro di Antiochia, che nello strato più antico risale al III secolo a. C. e in quello più recente al III-IV secolo (con gli straordinari mosaici che potete vedere meglio in questo ulteriore post).

I servizi sono di primissima qualità, con tanto di piscina con vista sulla collina con la chiesa di San Pietro (considerata la prima della Cristianità), hamam e palestra, ristoranti interni che servono cucina tradizionale ma con ambizioni internazionali.

LEGGI ANCHE: Antakya, un tappeto di mosaici

Come potete immaginare – pensate solo al costo della struttura in acciaio – non è a buon mercato: la camera meno cara e senza vista sulla città antica e sui suoi spettacolari mosaici costa 280 euro, la mia sui 4-500, la suite enorme di 370 metri quadrati ben 1500 euro. Ma la spesa è giustificata, perché si tratta di un posto unico: con vista sugli scavi – direttamente dalla camera, da tutti i camminamenti – 24 ore al giorno.

Poi con un’altro post farò vedere altre immagini direttamente dal percorso di visita.

Antiochia
Antiochia
Antiochia
Antiochia

Precedente Pegaso di Antochia, visto da molto vicino Successivo Karkamış e il suo parco archeologico

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.