Atene e l’acropoli illuminata con arte

Atene

Lo so: Atene e Istanbul, sono città diverse. Però questa nuova illuminazione è fantastica e le foto sono da incorniciare, quindi il mio articolo – verrà pubblicato nel numero di novembre 2020 de Il Giornale dell’Arte – lo riporto anche sul blog.

Tra l’altro, neanche bisogna dimenticare che Atene è stata parte dell’Impero ottomano per ben 4 secoli e che durante questo periodo il Partenone è stato usato anche come moschea con tanto di minareto.

Ecco l’articolo:

L’acropoli più famosa al mondo ha una nuova illuminazione, suggestiva e rivelatrice. L’ha realizzata l’artista delle luci Eleftheria Deko, è stata commissionata dalla fondazione Onassis; è stata presentata con un entusiasmante spettacolo in cui il Partenone – per tre minuti – si è trasformato in gigantesco proiettore, con raggi luminosi che nella notte ateniese piroettavano attraverso le colonne, verso la città e verso il cielo.

LEGGI ANCHE: Omero, tutto quello che c’è da sapere

Ma sono anche altri monumenti dell’Acropoli della capitale greca – 14 in tutto – ad aver ricevuto questo trattamento speciale: dai Propilei all’Eretteo, dal teatro di Dioniso al tempio di Atena Nike. Vengono messe in evidenza forme e sfaccettature delle mura, dello sperone di roccia su cui sorgono le strutture antiche; le superfici di marmo appaiono più levigate e brillanti, inquadrature studiate nei minimi dettagli accentuano contrasti e suggeriscono particolari decorativi. La luce è calda e dorata, avvolgente; le tenebre sono coinvolte come perfetto complemento.

L’aggiornamento è stato non solo artistico, ma anche tecnico: il nuovo sistema automatizzato che controlla 609 faretti LED di ultima generazione, del 40% meno numerosi rispetto al passato, garantisce un risparmio energetico del 65%.

Per contattarmi:
giuse.mancini@gmail.com
https://www.facebook.com/IstanbulEuropa

Atene
Atene
Atene
Atene
Atene
Atene
Precedente La torre di Galata sulla via della cultura Successivo Bellini, Mehmet II e la vittoria culturale di Erdoğan

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.