Da Calcedonia a Kadıköy (scoperte archeologiche)

E’ uscito in questi giorni un mio articolo – su Il Giornale dell’Arte – in cui parlo brevemente delle nuove, sensazionali scoperte archeologiche nella stazione ferroviaria di Haydarpaşa. Nelle prossime settimane ne scriverò un altro, più approfondito (con interviste).

La domanda a cui cercherò di rispondere parlando con gli archeologi turchi è: ma è quella – era lì – l’antica Khalkedon, la prima colonia greca sul Bosforo?

LEGGI ANCHE: Itinerario n°2 – Da Kadıköy a Moda

[…]

Gli scavi sono iniziati l’11 maggio nell’area delle piattaforme ferroviarie, si sono ormai estesi con saggi su un’area di 300 ettari in epoca contemporanea mai urbanizzata. Al momento ci sono solo ipotesi nell’identificazione dei ritrovamenti, tra cui i probabili resti di una residenza estiva degli imperatori di Bisanzio, una coeva fontana incredibilmente ancora funzionante con acqua potabile, tombe di un millennio fa, circa 2000 monete d’oro e d’argento (soprattutto del VI e del VII secolo), il podio di un tempio reputato di età ellenistica.

LEGGI ANCHE: La sponda asiatica di Istanbul

Sono comparse anche delle possenti strutture murarie in ottimo stato di conservazione e lunghe circa 100 metri, già individuate e descritte a fine ‘800 ma poi dimenticate. Gli esperti sono divisi: sono le mura di difesa di Calcedonia (o di un insediamento romano successivo), oppure i frangiflutti del porto? Solo il proseguimento delle ricerche potrà dare risposte definitive.

Precedente Leonardo, Michelangelo e Palladio a Istanbul Successivo Lo yalı di Fethi Tınmaz è in vendita

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.