L’ultimo dei Camondo, da Istanbul a Parigi

Nei giorni scorsi ho finito di leggere Le dernier des Camondo, di Pierre Assouline (Gallimard, 1999; sinceramente non so se ne esiste una traduzione in italiano). Di questa famiglia giudeo-austro-italo-ottoman-parigina – sì, hanno una storia complicatissima che quasi ci si perde – ve ne ho parlato in un post di tre anni fa, nel quale riproducevo un mio vecchio articolo sulla mostra La splendeur des Camondo a Parigi: leggete quello, per scoprire chi sono.

LEGGI ANCHE: Istanbul ebraica e la famiglia Camondo

Il libro di Assouline si concentra più che altro sulla vita parigina dei Camondo – dopo il loro trasferimento del 1869 – ed è eccellente nel ricostruire il contesto élitario del bel mondo delle ricchissime dinastie dei banchieri ebrei: i loro affari, i loro intrighi, le loro alleanze anche matrimoniali, la passione per il collezionismo d’arte in cui eccelsero anche i due cugini Isaac e Moise Camondo.

Moise è stato per l’appunto l’ultimo maschio dei Camondo a rimanere in vita, dopo la morte di suo figlio Nissim durante la prima guerra mondiale; mentre sua figlia Béatrice morirà ad Auschwitz (Isaac non ebbe figli legittimi). La collezione di Isaac venne donata al Louvre, quella di Moise divenne – nella sua aristocratica residenza di rue de Monceau 63 – è diventata il museo delle Arts décoratifs.

LEGGI ANCHE: Cultura ebraica a Istanbul

A Istanbul, quando ho tempo, mi diverto ad andare alla scoperta del loro immenso patrimonio immobiliare: soprattutto a Galata, vicino alle scale che portano il loro nome (partono da rue de Camondo: la strada portava il loro nome!) e a Bankalar caddesi, che ospitava i maggiori istituti di credito dell’impero. In foto c’è una delle loro abitazioni, un konak: è sulla stradina parallela appena più su; è in fase avanzata di restauro, penso che ospiterà un hotel (cosa ne avessero fatto prima, sinceramente non lo so).

Precedente Edhem Eldem al College de France Successivo I sacchetti biodegradabili nei supermercati di Istanbul

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.