La cisterna di Teodosio a Sultanahmet

Come sa bene chi mi legge regolarmente, a me la “Cisterna basilica” (Yerebatan Sarayı) – uno dei monumenti più visitati di Istanbul – proprio non piace; anzi, l’ho direttamente inserita in uno dei miei decaloghi dei luoghi che si possono anche saltare nei propri itinerari alla scoperta della città.

LEGGI ANCHE: I 10 luoghi (assolutamente) da non vedere a Istanbul

Certo, non posso negare che abbia un fascino particolare; però, come ho già spiegato, non sopporto la spettacolarizzazione che ne è stata fatta – la musica, soprattutto – e che rende l’esperienza di visita a mio avviso poco piacevole, soprattutto nei periodi di maggior affollamento.

Adesso c’è anche un’alternativa a poca distanza, proprio dietro l’ippodromo: la cisterna di Teodosio (o Şerefiye, del V secolo) riaperta di recente dopo 8 anni di restauri, gestita dalla municipalità di Istanbul e a ingresso gratuito, più piccola e con meno attrattive (penso alle teste di Medusa della Cisterna basilica) ma non meno suggestiva. Mi piace però moltissimo l’ingresso moderno, in vetro, che è stato realizzato all’esterno.

LEGGI ANCHE: La cisterna delle 1001 colonne (Binbirdirek)

Purtroppo, anche in questo caso c’è chi ha voluto strafare e la cisterna è stata trasformata in spazio espositivo: e quindi ci si trova e ci si troverà immersi in mostre di cui francamente non capisco il senso. Insomma: ma perché non lasciar liberi turisti e visitatori di vedere i luoghi nella loro purezza?

Şerefiye Sarnıcı
Piyer Loti Caddesi, n° 23
Sultanahmet, Fatih

E’ aperta tutti i giorni dalle 9 alle 18.30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.