Consigli di viaggio, gli appartamenti-hotel a Istanbul

Questo post è in realtà una comunicazione di servizio. Avrei in effetti voluto affrontare con più calma il fenomeno per darvi qualche consiglio su come prenotare e cosa aspettarsi: so che il fenomeno è piuttosto diffuso; ma in virtù di quanto accaduto negli ultimi giorni l’unico consiglio è diventato: lasciate perdere, almeno per il momento! Da un paio di settimane, infatti, la polizia di Istanbul ha cominciato a dare la caccia in grande stile ad appartamenti-hotel, affittacamere e affini privi di licenza; si trovano soprattutto nella zona centrale ed europea della città, nel quartiere di Beyoğlu da Taksim fino a Galata: la formula è quella della permanenza giornaliera o settimanale, a volte – ma non sempre – con l’uso della cucina.

Sinceramente, io avrei sconsigliato comunque: di alberghi a prezzo competitivo se ne trovano, cucinare a casa è un delitto perché a Istanbul si mangia bene, con proposte da noi sconosciute e con costi irrisori! Ma adesso c’è l’aggravante: esercizi semi-abusivi chiusi senza preavviso, con gli occupanti che vengono sbattuti fuori senza troppi complimenti (almeno così riporta la stampa turca). Chi ve lo fa fare di rischiare? Vi faccio qualche nome, sempre di quelli circolati e comunque confermati: Galata Rooms, Georges Hotel, Manzara İstanbul; in totale, ci sono stati interventi in circa 50. In compenso, alcuni gestori hanno fondato un’associazione che cercherà di trovare una soluzione al problema delle licenze insieme alle istituzioni cittadine, ministeriali e di pubblica sicurezza (appartamenti anche a ore?): magari nel giro di qualche settimane tornerà la normalità. Io continuerei comunque a sconsigliarvi questo tipo di soluzione, ma almeno non correreste rischi.

Una risposta a “Consigli di viaggio, gli appartamenti-hotel a Istanbul”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.