Consigli smart per una Istanbul low-budget

AVVISO: questo post è ormai datato, è stato scritto da una persona che si occupava del blog in precedenza; chi lo gestisce oggi non ne condivide l’impostazione. Per contattarmi: giuse.mancini@gmail.com

In risposta a un mio simpatico lettore: localini carini a Istanbul, dove stare bene spendendo poco. Detto e fatto, ecco a voi un piccolo elenco di posti dove vi troverete molto bene…senza intaccare il budget. Buon divertimento!

Se alloggiate nella zona di Sultanhamet, nel bel mezzo di Aghia Sofia, Topkapi e Moschea blu, sappiate che la zona è piena di locali turistici, gestiti da marpioni “mangiaturisti”…non si mangia male, questo mai (ovunque a Istanbul si mangia benissimo) solo, nelle zone più turistiche, è un po’ più difficile trovare un posticino autentico, ma non impossibile! Uno dei miei posti preferiti nella zona è una semplice panineria-kebab turca, appena fuori dalla zona turistica, di fianco a un piccolo cimitero islamico. Si trova proprio sulla via in cui passa il tram, salendo, sulla sinistra: panino kebab + ayran a sole 2 TL!

Proseguendo per la stessa via si trova un altro posto molto bello, uno dei miei piccoli tesori nascosti della città a parer mio: è un locale  senza nome, dove si fuma la chicha pipe, il narghilè, illuminato da variopinte lampade e adornato da divani e tappeti turchi a dir poco stupendi. Si trova sulla stessa via (quella del tram) ma sulla destra, sempre risalendo in alto verso il Gran Bazar, oltre un arco di pietra; fuori, un cartello “Fumeria” e una lavagna che espone i prezzi del chay e dei narghilè, molto onesti. Il chay qui è buonissimo! E l’atmosfera è quella della vecchia Istanbul. Vi consilgio un naghilé gusto mela, o menta, perfetto per l’estate perché molto rinfrescante.

Se invece alloggiate al di là del ponte – a Beyoglu, vi consiglio senz’altro la zona di Tunel, piena di locali notturni bellissimi! In generale, tutte le viuzze ai lati della grande via Pedonale Istiklal Caddessi, sono molto belle. In Kallavi Sokak, sulla sinistra, si trova uno dei miei ristoranti preferiti: è una vera istituzione tra gli istanbuliani. Si chiama Ficcin, ed è molto carino ed economico, specializzato nella cucina tipica ottomana e circassa: sito internet www.ficcin.com.

Proseguendo verso Taksim square, quasi sulla piazza ma un po’ prima, c’è un ristorantino vegetariano buonissimo e molto romantico, con un dehor davvero delizioso…si chiama Zencefil (che significa zenzero!) il sito web non funziona purtroppo. E’ in Kurabiye Sok, lo riconoscerete perché è tutto arancione e ha un pergolato in stile francese, spettacolare. Ok. Alla fine di Istiklal Cadessi, quasi sulla piazza, c’è la Kebab street! Proprio all’angolo tra Istiklal e la via che va a Cihangir: una sequela di 10 kebab uno dopo l’altro…uno più buono dell’altro! Qua troverai I kebab più buoni di Istanbul…provare per credere!

Che altro? Ah sì, Galata! Il quartiere della torre, bellissima quando è illuminata. Nella piazza della torre ci sono ristoranti molto belli ma molto cari e pretenziosi, non ve li consiglio. Proseguite invece nella via che sale verso Tunel, piena di negozi di strumenti musicali: proprio all’angolo cè un ristorante che adoro, e dove vado sempre. I camerieri sono gentilissimi e si mangia molto bene, si spende poco, si ordina facilmente da un menù tutto fotografie…sta poco dopo l’angolo tra la piazza di Galata Kulesi e la via che sale, quasi davanti alla piccola moschea, lo riconoscerete perché da fuori si vede il forno di rame e perché l’interno del ristorante sembra una grotta! Il lahmacun, qui, è buonissimo…e costa solo 2,5 TL!

Una risposta a “Consigli smart per una Istanbul low-budget”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.