Crea sito

Cosa deve fare una donna da sola a Istanbul?

Nei vari gruppi Facebook in cui sono iscritto – gruppi che hanno come tema la Turchia, ovviamente – arrivano spesso donne in procinto di partire per Istanbul: immancabilmente chiedono se Istanbul è una città sicura per le donne, soprattutto per donne che viaggiano da sole.

Altre mi capita di incontrarne durante o dopo il loro soggiorno: e mi confidano che erano partite tra lo stupore e il terrore di parenti e amici, addirittura sconsigliate dalle agenzie di viaggio.

LEGGI ANCHE: Erdoğan, le donne turche e Facebook

Come sostengo da anni, c’è infatti un problema di percezione: i pregiudizi contro l’islam sono forti, dei giornalisti italiani sciagurati li alimentano andando a pescare fattarelli e notiziole che mettono in cattiva luce l’islam, chi non ha accesso ad altre fonti viene disinformato; né, purtroppo, le istituzioni turche fanno abbastanza per contrastare questa operazione di sistematica diffamazione.

LEGGI ANCHE: I 10 pregiudizi su Istanbul assolutamente da evitare

Provo a infrangere qualche falso mito e a fare un minimo di chiarezza:

– Istanbul è una città sicura;

le donne che viaggiano da sole non devono prendere precauzioni diverse da quelle che prenderebbero a Londra o Parigi;

non esistono dress code, sta alle singole persone decidere se e come attirare l’attenzione degli uomini;

non c’è nessun obbligo di coprirsi i capelli con un fazzoletto (il cosiddetto velo, è per l’appunto un foulard), se non quando si entra in moschea;

non c’è nessun particolare rischio di essere rapite, neanche se siete bionde (sì: ho letto in qualche sito di viaggi che qualcuno consigliava alle fanciulle bionde di tingersi i capelli, prima di partire per la Turchia).

Per ogni altro dubbio, non esitate a contattarmi!

2 Risposte a “Cosa deve fare una donna da sola a Istanbul?”

  1. Saro’ breve. Da donna sola straniera (rossicia, non bionda, ma penso sia lo stesso) che ha lavorato in Turchia in un ambiente MOLTO maschile confermo quanto Lei ha scritto. Qua mi hanno rispettato , mi rispettano e non mi infastidiscono

    1. Il pregiudizio è quello di considerare gli uomini turchi, in quanto turchi, dei maniaci sessuali ossessinati dalla turiste occidentali. Magari in qualche angolo sperduto dell’Anatolia non hanno – o avevano – l’abitudine di vederne: ma nelle grandi città…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.