Le elezioni turche in Italia

RomaK

I cittadini turchi residenti all’estero possono votare alle elezioni politiche (come alle presidenziali) nelle rappresentanze diplomatiche e consolari. In Italia, i votanti sono stati più di 13mila, pari al 40% degli aventi diritto; questi i dati:

Hdp 36,94%

Akp 36,81%

Chp 22,65%

Mhp 2,07%

LEGGI ANCHE: Erdoğan vince le elezioni e riconquista la maggioranza assoluta

LEGGI ANCHE: Il nuovo ciclo politico di Erdoğan (su Aspenia)

Dati che sono chiaramente anomali, con l’Hdp – primo partito – che prende il triplo rispetto alla media nazionale. Posso desumerne una massiccia presenza di cittadini turchi di etnia curda, magari poco al corrente – vivendo all’estero – dell’evoluzione molto favorevole negli ultimi anni in termini di diritti e di sviluppo del sud-est da cui provengono. E posso altresì desumerne un contributo attivo di questa comunità, ancora probabilmente legata ad aspirazioni rivoluzionarie, nel distorcere la realtà turca – le azioni anti-terrorismo contro il Pkk spacciate per “massacri del popolo curdo” – agli occhi dell’opinione pubblica italiana, con l’aiuto decisivo di settori politicizzati del mondo mediatico.

Precedente Il nuovo ciclo politico di Erdoğan (su Aspenia) Successivo La Turchia di Gwynne Dyer e l'Apocalisse

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.