Crea sito

La propaganda anti-turca del Fatto Quotidiano

Nuovo, ennesimo episodio di ostilità contro la Turchia sulla stampa italiana. Autore ne è Francesco De Palo, tifoso ultrà della Grecia (non so se per motivi personali, o altro), sul Fatto Quotidiano: che ricordo ai tempi dei Gezi particolarmente attivo nel far credere ai lettori italiani che dei tafferugli di piazza erano l’inizio della Terza guerra mondiale.

LEGGI ANCHE: Le spose bambine e l’agenda segreta

Cosa sostiene, il De Palo? Beh, ovviamente si è gettato come un pescecane sulla bufalissima dei matrimoni a 9 anni: un riferimento in un dizionario online trasformato nella posizione ufficiale dell’autorità religiosa turca – ha ovviamente smentito – o addirittura in una nuova legge. Ho già spiegato come stanno in realtà le cose.

Ha inoltre fatto riferimento a una presa di posizione del Diyanet – questa ufficiale – che in base ai dettami religiosi ha criticato “la tinta di baffi e capelli” per gli uomini. E quindi? Il problema quale sarebbe? C’è chi segue i dettami dell’islam, l’autorità religiosa fornisce delle interpretazioni di questi dettami; chi non li segue, mica è tenuto a rispettarli!

LEGGI ANCHE: Souad Sbai, le spose bambine e il parlamento turco

E ha scritto anche una solenne scemenza: quella del Diyanet che “non una parola aveva mai pronunciato contro l’Isis che ammazza gridando Allah Akbar”. E’ falso, è completamente falso: e il De Palo dimostra di non avere la più pallida idea di cosa sta parlando. Il Diyanet ha pubblicamente espresso posizioni di ferma condanna contro Daesh già nel 2014, organizzando poco dopo un convegno di sapienti islamici a Istanbul. Più di recente ha pubblicato un opuscolo tradotto in varie lingue.

Mi fermo all’ulteriore cavallo di battaglia della propaganda anti-Erdoğan, il “golpe farlocco”: potrei diventare offensivo e forse è meglio di no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.