Il francese di Istanbul (una lingua strana)

Il mio primo impatto col francese di Istanbul – parlo della lingua, non di un cittadino d’Oltralpe – è stato proprio il mio primo giorno del mio primo viaggio a Istanbul, il 22 aprile 2007: quando appena arrivato mi feci una bella passeggiata sulla Mese – la strada principale dell’antica Costantinopoli, a Sultanahmet – fino a imbattermi nella stazione di Sirkeci, il terminale dell’Orient Express; Istanbul Gar, dice la scritta fuori all’ingresso: io in quel periodo vivevo a Parigi, la somiglianza col termine francese – gare – la trovai sorprendente.

E poi altre non meno inattese, sempre in quei giorni: kuaför per coiffeur, asansör per ascenseur, kapasité per capacité (capienza, sui traghetti), banliyö per banlieu (periferia); insomma, moltissime parole prese in prestito dal francese, soprattutto quelle che hanno in qualche modo a che fare con la modernità: parole prese in prestito dal francese, ma trasformate nella grafia in base alle esigenze del sistema fonetico ottomano e poi turco.

Poi, piano piano, ho scoperto altre cose indubbiamente interessanti: che la lingua delle élites tradizionali (culturali, politiche ed economiche) è il francese, che a Istanbul esistono ancora 5 licei francofoni e che nel 1992 è stata aperta l’università franco-turca di Galatasaray, che a cavallo tra Ottocento e Novecento il francese a Istanbul era diffusissimo (basti pensare alla Grand rue de Péra, l’attuale Istiklal Caddesi di Beyoğlu, o alle iscrizioni ormai quasi perdute sui vecchi edifici), che perfino la burocrazia utilizzava il francese al posto del turco.

Posso fare l’esempio – per me clamoroso – della diplomazia ottomana: perché tutta la corrispondenza interna al ministero – cioè, tra la sede centrale e i vari consolati e ambasciate sparsi per il mondo – era solo ed esclusivamente in francese, l’ho sfogliata personalmente agli archivi della Sublime Porta; o anche quello della Banca ottomana, perché sono in francese tutti i fascicoli del personale: accessibili al pubblico nello splendido museo del Salt Galata.

Che poi, è logico che esistesse questa lingua comune: perché alla vigilia della Prima guerra mondiale la popolazione di Kostantiniyye (questo il nome ufficiale di Istanbul fino al 1930) era formata in maggioranza da non musulmani e stranieri. Da quando mi sono trasferito qui, continuo nelle scoperte quasi quotidiane: gioco a una sorta di “scova la parola francese nella lingua turca”, che mi dà regolarmente soddisfazioni; dopotutto – ma il dato è da verificare – dovrebbero essere circa 5000 le parole francesi nella lingua turca.

Altre chicche: antrenör per entraineur (allenatore), şarküteri per charcuterie (salumi e salumeria), dük e düşes per duc e duchesse, enflasyon per inflation, nostaljik per nostalgique (il tram “nostalgico” di Tünel o di Moda), boksör per boxeur (pugile), egzotik per exotique, konferans per conférence, oltre a pardon per scusarsi e a mersi per ringraziare.

Chi ne aggiunge delle altre?

Per contattarmi:
giuse.mancini@gmail.com
https://www.facebook.com/IstanbulEuropa

4 Risposte a “Il francese di Istanbul (una lingua strana)”

  1. Ho imparato il Francese, semplicemente sentendolo parlare, così come il Turco il Greco e L’Italiano, così era Istanbul 50 anni fa.
    I miei genitori studiarono alle scuole Francesi, fino al liceo, i titoli di studio Italiani non avevano valore in Turchia negli anni del fascismo.
    Le Journal D’orient era il collegamento di noi stranieri con il resto del mondo.
    Ricordo che i miei genitori parlavano in francese con i loro conoscenti ed una mia zia si rivolgeva a me solo e soltanto in francese.
    Devo anche dire che ricordo benissimo che gli stranieri ad Istanbul evitavano di parlare in turco tra di loro, diciamo che il turco era “snobbato”.

  2. Se cliccate il link sotto, potete trovare migliaie di parole franco-turco..

    http://tr.wiktionary.org/w/index.php?title=Kategori:Fransızca_kökenli_sözcükler_(Türkçe)

    In piu’, anch’io ho scelto alcune delle parole francesi piu’ usate in turco.

    bikini (bikini)

    asansör (ascenseur)

    diyet (diète)

    benzin (benzine)

    kuaför (coiffeur)

    ambulans (ambulance)

    küvet (cuvette)

    helikopter (hélicoptère)

    gazoz (gazeuse)

    misket (mousquet)

    otel (hôtel)

    külot (culotte)

    abajur (abat-jour)

    afiş (affiche)

    akrobat (acrobate)

    aksesuar (accessoire)

    aktör (acteur)

    aktris (actrice)

    alarm (alarme)

    albüm (album)

    alerji (allergie)

    alkol (alcool)

    alo (allô)

    alüminyum (aluminium)

    alyans (alliance)

    ambalaj (emballage)

    amiral (amiral)

    ampul (ampoule)

    anket (enquête)

    ansiklopedi (encyclopédie)

    anten (antenne)

    antibiyotik (antibiotique)

    apartman (appartement)

    arkeolog (archéologue)

    asfalt (asphalte)

    aspirin (aspirine)

    astroloji (astrologie)

    atlet (athlète)

    atmosfer (atmosphère)

    atom (atome)

    avukat(avocat)

    badana (badigeonne)

    bagaj (bagage)

    bale (ballet)

    balkon (balcon)

    balon (ballon)

    banknot (bank-note)

    bant (bande)

    baraj (barrage)

    bariyer (barrière)

    basen (bassin)

    baskül (bascule)

    bateri (batterie)

    bere (béret)

    beton (béton)

    biberon (biberon)

    bidon (bidon)

    biftek (bifteck)

    bijuteri (bijouterie)

    bisiklet (bicyclette)

    bisküvi (biscuit)

    bluz (blouse)

    boks (boxe)

    bonfile (bon filet)

    bot (botte)

    buket (bouquet)

    buldozer (bulldozer)

    büro (bureau)

    ceket (jaquette)

    daktilo (dactylo)

    dans (danse)

    dantel (dentelle)

    dedektif (détective)

    dekolte (décolleté/e)

    depresyon (dèpression)

    desen (dessein)

    deterjan (détergent)

    dinozor (dinosaure)

    direksiyon (direction)

    doktor (docteur)

    duş (douche)

    egzersiz (exercice)

    ekran (écran)

    emaye (émaillé/e)

    eşarp (écharpe)

    eşofman (échauffement)

    far (phare)

    fayton (phaéton)

    fermuar (fermoir)

    file (filet)

    fok (phoque)

    füze (fusée)

    galoş (galoche)

    garaj (garage)

    gardırop (garderobe)

    gardiyan (gardien/ne)

    garson (garçon)

    gitar (guitare)

    gofret (gaufrette)

    golf (golf)

    goril (gorille)

    hamak (hamac)

    hoparlör (haut-parleur)

    iskelet (squelette)

    jaguar (jaguar)

    jartiyer (jarretière)

    jimnastik (gymnastique)

    jöle (gelée)

    kaban (caban)

    kablo (câble)

    kaktüs (cactus)

    kamera (caméra)

    krampon (crampon)

    kamyon (camion)

    kanepe (canapé)

    kare (carré)

    karikatür (caricature)

    kasket (casquette)

    kaşkol (cache-col)

    kazak (cosaque)

    klozet (closette)

    kola (cola)

    kolye (collier)

    komando (commando)

    kombi (combiné)

    konser (concert)

    korniş (corniche)

    korse (corset)

    kovboy (cow-boy)

    kraker (cracker)

    krater (cratère)

    kravat (cravate)

    kumandan (commandant)

    labirent (labyrinthe)

    laboratuvar (laboratoire)

    lastik (élastique)

    lav (lave)

    lazer (laser)

    levye (levier)

    limuzin (limousine)

    mağaza (magasin)

    manda (mandat)

    manikür (manucure)

    manken (manquin)

    manto (manteau)

    masaj (massage)

    maske (masque)

    mayonez (mayonnaise)

    medyum (médium)

    meteor (météore)

    migren (migraine)

    minibüs (minibus)

    motosiklet (motocyclette)

    müzik (musique)

    ofis (office)

    omlet (omelette)

    paket (paquet)

    palto (paletot)

    pankart (pancarte)

    pano (panneau)

    pantolon (pantalon)

    papyon (papillon)

    pardösü (pardessus)

    parfüm (parfum)

    park (parc)

    parka (parka)

    paten (patin)

    pedikür (pédicure)

    pelerin (pélerine)

    penguen (pingouin)

    pense (pince)

    penye (peigné)

    perma (permanente)

    peruk (perruque)

    pijama (pyjama)

    piknik (pique-nique)

    pil (pile)

    pilot (pilote)

    pipet (pipette)

    piramit (pyramide)

    pirana (piranha)

    plaj (plage)

    polis (police)

    porselen (porcelaine)

    poster (poster)

    poşet (pochette)

    pota (poteau)

    priz (prise)

    pudra (poudre)

    püre (purée)

    radyo (radio)

    raket (raquette)

    ray (rail)

    robot (robot)

    roman (roman)

    ruj (rouge)

    saksafon (saxophone)

    şempanze (chimpanzé)

    seramik (céramique)

    şezlong (chaise longue)

    sifon (siphon)

    şifonyer (chiffonnier)

    sinema (cinéma)

    sirk (cirque)

    şofben (chauffe-bain)

    şoför (chauffeur)

    şömine (cheminée)

    somya (sommier)

    sosis (saucisse)

    şövalye (chevalier)

    spor (sport)

    sütyen (soutien-gorge)

    valiz (valise)

    vantilatör (ventilateur)

    vapur (vapeur)

    varil (baril)

    viraj (virage)

    volkan (volcan)

    volkan (volcan)

    tablo (tableau)

    taksi (taxi)

    tanker (tanker)

    telefon (téléphone)

    televizyon (télévision)

    tren (train)

    triko (tricot)

    turkuaz (turquois)

    tuvalet (toilette)

    prenses (princesse)

    mayo (maillot)

    monitör (moniteur)

    pelikan (pélican)

    plastik (plastique)

    makyaj (maquillage)

    serum (sérum)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.