Il capitello romano di Galata diventato pompa d’acqua

Galata

Oggi sono andato a vedere questo posto surreale: un vecchio han, a Galata, in cui un capitello romano (di stile corinzio, o addirittura composito) è diventato – capovolto – una pompa ad acqua. Visti i materiali usati, la trasformazione è avvenuta già vari decenni fa.

LEGGI ANCHE: Le mura di Galata e il parcheggio comunale

Non l’ho localizzato casualmente, la mia è stata una spedizione mirata. Ne ho letto – del Kurşunlu han, del capitello – in libro che raccoglie gli atti di un convegno per l’appunto sugli spolia, sui materiali riusati in Anatolia dall’antichità fino all’epoca ottomana.

LEGGI ANCHE: Il ministro Toninelli e il ponte di Galata

Il titolo del libro – e del convegno – è Spolia reincarnated, pubblicato dal centro di ricerche sulle civiltà dell’Anatolia (Anamed). Il capitello, nel saggio introduttivo, è scelto emblematicamente come simbolo della storia stratificata di Istanbul: perché, dopo una prima funzione monumentale a Costantinopoli, è stato poi probabilmente riutilizzato nella chiesa della Galata genovese (la chiesa di San Michele) che si trovava nella zona, prima di finire – chissà quando, chissà come – nella posizione attuale.

LEGGI ANCHE: Sulle orme dell’architetto Mimar Sinan

Il Kurşunlu han, costruito da Mimar Sinan nel ‘500 per il gran vizir Rüstem Paşa, lo trovate facilmente: è a pochi passi dal ponte di Galata, esattamente a Kardeşim Sokak.

Galata
Galata
Galata
Galata
Galata

Precedente Un gallo nero a passeggio per Istanbul Successivo Una medaglia d'oro per l'estremista Orsetti?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.