Galatasaray-Juventus, la neve a Istanbul e il Bosforo ghiacciato (nel 1954)

Neve

Galatasaray 1 – Juventus 0, Galatasaray qualificato e Juventus eliminata dalla Champions League (si consolerà con l’Europa League); col telecronista turco che, dopo il fischio finale, si è anche messo a fare lo spiritosone: “Arrivederci!”. La partita rocambolesca: decisa quasi al 90° da uno splendido gol dell’olandese – ed ex interista – Sneijder, soprattutto giocata su due giorni. Programmata per martedì sera, infatti, è stata sospesa e rinviata al giorno dopo causa nevicata; e anche oggi, sotto il nevischio, il campo era sostanzialmente impraticabile.

Ma non voglio ulteriormente annoiarvi col calcio, è sul meteo che voglio concentrarmi; perché le immagini televisive hanno posto gli italiani davanti a una realtà inattesa: a Istanbul, contrariamente agli stereotipi orientalisti e all’immagine promossa dalle agenzie turistiche, può fare freddissimo e nevica regolarmente!

LEGGI ANCHE: Consigli di viaggio, il clima di Istanbul

I commenti in cui mi sono imbattuto su twitter e Facebook sono divertentissimi; come questo: “e poi, boh: associ per una vita la Turchia al caldo, poi a Istanbul viene fuori l’ira di Dio di neve! Mi sa che forse i promotori turistici turchi hanno fato vedere troppo le spiagge di Antalya e Bodrum“. Eppure, per informarsi adeguatamente sarebbe stato sufficiente leggere i miei consigli di viaggio su “il clima a Istanbul“!

Ripeto: a Istanbul in inverno fa freddo e nevica praticamente tutti gli anni; il problema di fondo sono i ventacci gelidi provenienti dalla Siberia e dai Balcani che si incanalano magnificamente lungo il Bosforo: col risultato che – come è successo proprio oggi – vengono cancellate le corse dei traghetti e persino alcuni voli!

LEGGI ANCHE: I musei di Istanbul, il SALT

Ed è persino capitato che lo stretto che separa Asia ed Europa si ghiacciasse; è successo nel 1954: dei mini-iceberg, provenienti dal mar Nero, portati dalla corrente fino al mare di Marmara. Io ho visto le foto, di quello strabiliante fenomeno; sono esposte al museo SALT, in occasione di una mostra retrospettiva dedicata a Gülsün Karamustafa. L’artista turca, nella sezione dal titolo İstanbul’da Boğaz’ın donduğu yıl: 1954 (“L’anno che il Bosforo ghiacciò: 1954”), ha raccolto delle immagini ricavate da giornali dell’epoca e altro materiale di repertorio; nella didascalia, ha evidenziato come quell’evento – ci fu chi attraversò il Bosforo da una sponda all’altra – continua a far parte della memoria storica degli istanbulioti.

Per contattarmi:
giuse.mancini@gmail.com
https://www.facebook.com/IstanbulEuropa
https://twitter.com/IstanbulEuropa

 

Neve

Una risposta a “Galatasaray-Juventus, la neve a Istanbul e il Bosforo ghiacciato (nel 1954)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.