La gazoz di Beyoğlu (e la torre di Galata)

GazozB00

Vi ho già parlato di una delle mie tante passioni: la gazoz/gazzosa, che a Istanbul è stata fenomeno di costume in passato – ne parla Pamuk in Il museo dell’innocenza – e ha oggi un bar a lei dedicato.

LEGGI ANCHE: La gazzosa di Avam Kahvesi

LEGGI ANCHE: La torre di Galata, le fortezze genovesi e l’Unesco

LEGGI ANCHE: Le mura (abbandonate) di Galata

LEGGI ANCHE: L’innocenza degli oggetti di Orhan Pamuk

In questi giorni, ho però scoperto un nuovo prodotto, la gazoz di Beyoğlu: dalla presentazione volutamente nostalgica, con tanto di bottiglia che riproduce – perfino nei mattoni – la torre di Galata. Viene venduta in 3 gusti: limone, misto frutta, lo zenzero che ho comprato; al momento si trova in pochi supermercati, io l’ho scovata nel Migros.

Precedente Il volto del terrore in Turchia Successivo L'Isil all'attacco di Istanbul

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.