Goodbye Istanbul, good morning Vietnam

Mi raccomando, iscrivetevi tutti alla pagina del blog su Facebook: Istanbul, Europa

 

Buongiorno a tutti! In questo momento, da dove vi scrivo, ci sono 32 gradi, sto sorseggiando un succo d’uva zuccheratissimo mentre là fuori, in quel dedalo di stradine tutte piane, sfrecciano un numero imprecisato di motorini multicolori… Non sono a Istanbul, no!

Come avrete già capito dal titolo, sono in Vietnam: ho lasciato Istanbul e ora mi trovo a Ho Chi Minh City, un’altra grande, incredibile, eletrizzante metropoli!

Dovete sapere che per me non c’è niente di più bello che viaggiare, vivere in posti nuovi, fare esperienza di diversi stili di vita: di questo mi nutro, questo mi rende ricca e felice. Vedere il mondo, con i miei occhi, e poi, magari, provare a raccontarlo. Ho sempre creduto, come scrive Pessoa, che viaggiare ci insegni qualcosa di più sul mondo ma anche su noi stessi:

La vita è ciò che facciamo di essa.
I viaggi sono i viaggiatori.
Ciò che vediamo non è ciò che vediamo, ma ciò che siamo.

 

Con questo spirito ho tenuto fino a oggi il blog da Istanbul, condividendo con voi i posti speciali che ho trovato, e alcune tra le meraviglie in cui ho avuto la fortuna di imbattermi, in una delle città più belle al mondo.

Con questo post vi voglio anzitutto ringraziare: per avermi seguita, per avermi suggerito cose che non sapevo, a volte guidata in luoghi diversi da quelli in cui mi sarei naturalmente spinta, e per avermi sempre scritto in privato condividendo con me le vostre esperienze. Mi avete letteralmente riempita di gioia, ogni volta.

Ringrazio anche questo blog per avermi fatto conoscere persone speciali come Adri, Elena, Michelangelo…questo è stato il regalo più bello! Grazie anche alla redazione di Zingarate, buona fortuna e buon divertimento a chi mi succederà nella stesura di questo blog.

Non scriverò più su questo blog ma vorrei che sapeste che mi troverete sempre e comunque qui, se avrete bisogno!

Un forte abbraccio dal Vietnam, pieno di curiosità e adrenalina per questa nuova esperienza che sto per vivere…anzi, che sto già vivendo! Come ho imparato in Australia e soprattutto in Giappone dopo il terremoto, la vita va vissuta nel presente, ogni attimo, secondo per secondo, intensamente, e io non vedo l’ora di raccontarvi anche questa mia nuova avventura. Un bacio a tutti!

Precedente I più bei film girati a Istanbul Successivo Istanbul, Europa: mi presento

Un commento su “Goodbye Istanbul, good morning Vietnam

  1. non vedo l’ora di vedere i colori,di sentire i profumi,in quel modo di scoprire una città da lontano come solo tu sai fare!scrivi presto per farci sognare.e divertitiiiii!sono orgogliosa di conoscerti!ti abbraccio forte!Adry

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.