Il mio ristorante preferito a Istanbul? Un postaccio…

AVVISO: questo post è ormai datato, è stato scritto da una persona che si occupava del blog in precedenza; chi lo gestisce oggi non ne condivide l’impostazione. Per contattarmi: giuse.mancini@gmail.com

Mettiamola così: è difficile trovare un posto in cui si mangia male a Istanbul! La cucina turca è deliziosa e I ristoratori conoscono bene il loro mestiere. Certo, nelle zone turistiche i prezzi salgono, e proporzionalmente la qualità scende… Oppure, si paga solo la location! Alcuni ristoranti, infatti, ben consci della loro posizione – vista sulla torre di Galata, terrazza panoramica sulla dorata Sultanhamet –  caricano I prezzi penalizzando la qualità del cibo. Date sempre un’occhiata al menù prima di sedervi, e diffidate dei ristoranti con i menù senza prezzo. No al taglieggio!

Molti mi chiedono quale sia il mio ristorante preferito qui a Istanbul. Beh, dubbi non ne ho. Il mio ristorante preferito è un posticino chiamato Durumucu Nuri Usta! E’ a Beyoglu, in una di quelle stradine un po’ ambigue dopo le otto di sera, al di fuori del classico percorso tra viuzze traverse di Istikal Caddessi. Si trova alla fine di una scala di legno, ai margini di un quartiere che non mi sento di consigliare ai visitatori timidi o poco esperti della città. Non che sia pericoloso…solo, è davvero molto rustico, un quartiere tra il  “molto autentico” e il “malfamato” direi! Senza dubbio pittoresco, certo.

Il ristorante in questione è un piccolo locale semplice e senza fronzoli, con un bel forno di rame a vista, pochi tavolini e sedie basse, gestito da signori timidi ma educatissimi, esperti nella cucina tipica turca e mediorientale. In pratica, è un take away, ma è in grado di offrirvi il miglior adana kebab – il kebab modello spiedino – di tutta Istanbul! Con 12 TL, poco più di sei euro, potrete gustarvi un piatto di spiedini cucinati sul momento, a vista, sul forno di rame con I bocchettoni che sputano il fumo direttamente sulla strada. Insieme, arriverà anche un’insalata mista freschissima condita con succo di melograno, guarnita da pomodori e aci biber piccantissimi grigliati ad arte, più un cesto di pane fresco cotto nel forno a legna. Uno dei pochi ristoranti che serve il Somak, una delle spezie chiave della cucina asiatica, digestivo e gustoso, spesso assente dai ristoranti “turistici” perchè ritenuto poco adatto ai palati non turchi…Eh Eh…ma il Somak invece è buonissimo! Specie con gli spiedini cotti alla perfezione, caramellati quasi, dagli abilissimi cuochi di Durumcu Nuru Usta.

Rustico, delizioso, angusto: I miei amici turchi assicurano che il segreto di questo ristorante sia – nientemeno – la carne di asino, sapientemente tritata insieme a quella d’agnello… In effetti, lo spiedino ha un vago gusto di salame!

Se non vi dispiace per il somarello, e non avete problemi ad avventurarvi in una zona meno battuta della città, potrete provare le delizie di questo luogo davvero unico…e magari, mi troverete lì! Con un piatto di spiedoni piccanti e un ayran davanti…Gran postaccio, gran cibo!

Indirizzo di Durumu Nuri Usta: Tarlabasi Bulvari n. 85 – Beyoglu. Il sito Internet non c’è…ma il numero di telefono sì, dato che fanno anche take away (no english spoken!) 05375476147 – 05466446568

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.