Istanbul street art: 116 metri di graffiti!

AVVISO: questo post è ormai datato, è stato scritto da una persona che si occupava del blog in precedenza; chi lo gestisce oggi non ne condivide l’impostazione. Per contattarmi: giuse.mancini@gmail.com

L’arte, a Istanbul si esprime in mille modi diversi: non è solo quella esposta nei suoi musei blasonati o nelle chiccose gallerie di contemporary art che affollano le stradine del centro. L’arte è soprattutto arte en plein air, arte di strada, intensa ed effimera come ogni arte spontanea sa essere, alimentata da gusto underground per la fusion, e da un certo spirito di “riqualificazione urbana”, che trova il suo spazio tra gli innumerevoli edifici fatiscenti di Istanbul.

Una passeggiata per le sue viuzze traverse, e scoprirete migliaia di piccoli e grandi capolavori effimeri dipinti o graffitati sui muri anneriti dal tempo e dalle intemperie.

Scritte e disegni coloratissimi che nascono da un’esigenza artistica che si fa spazio spontanea e si fonde perfettamente con lo spirito eclettico e giovane di questa città, che ha recentemente ospitato alcuni tra i graffitari più in gamba in giro sulla piazza, nell’ambito dell’iniziativa Re-Bomonti Street Art Performance & Exhibition. L’ idea era quella di creare un lunghissimo muro di graffiti: più di 100 metri!

Artisti di strada provenienti da tutto il mondo hanno appena finito di affrescare il muro più lungo mai dipinto in Turchia! La Performance ha avuto luogo nel quartiere Şişli, presso gli appartamenti Bomonti Tekfen.

Artisti di strada sono accorsi, armati di bombolette, per l’occasione da USA e Argentina, Francia e Germania – tra cui i famosi Loveletters! – accompagnati da un’allegra banda di musicisti di strada.
I 116 metri di muro resteranno così affrescati ancora per un mese: c’è tutto il tempo per andare a vederli! Per info, ecco la pagina FB ufficiale dell’evento:  www.facebook.com / ReBomontiStreetArtFest, e l’indirizzo per scovare il fatidico muro: Merkez Mahallesi, Kazım Orbay Caddesi, Bomonti, Şişli, 34381 Istanbul.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.