Gli hamam di Istanbul, il Küçük Mustafa Paşa Hamamı

Oggi sono stato all’hamam: non per uno di quei meravigliosi trattamenti sauna-massaggio-strofinamento che ti rendono la pelle liscia liscia, ma per un evento e una visita speciali. L’hamam è quello di Küçük Mustafa Paşa: nel quartiere di Cibali, sul Corno d’oro (praticamente dietro l’università Kadir Has: Müstantik Caddesi 23-25). E’ stato aperto nel 1477: è a quanto pare il più antico di Istanbul, mentre la sua cupola è la più grande mai costruita in città (la più grande cupola di hamam, ovviamente: con quella di Ayasofya neanche entra in competizione); purtroppo è abbandonato da una ventina di anni: e i segni del tempo appaiono come sfregi, sfarinamenti, luride concrezioni. In occasione della Biennale d’arte contemporanea 2013, ospiterà un’installazione dell’artista italiano Angelo Bucarelli: che oggi pomeriggio ha presentato le sue idee, alla presenza delle istituzioni italiane e con contorno di specialità locali.

LEGGI ANCHE: La Biennale d’arte 2013

Si chiamerà: “Acqua. Come Lacrime d’ Amore”; Bucarelli svilupperà il tema dell’acqua come fondamento dell’ identità della città di Costantinopoli-Bisanzio-Istanbul: e ha scelto come titolo l’eco di un verso del XV secolo di Tursun Beg, storico e poeta (autore della “Storia di Mehmed il Conquistatore”). L’ installazione valorizzerà – e a sua volta ne sarà valorizzata – l’ artigianato locale turco e la sua tradizione: con interventi in ferro, tessuto, vetro e ricamo integrati da fotografia e tecnologie digitali; la vivacità cromatica e i silenzi luminosi faranno da contrappunto intimo – eppur spettacolare – alle antiche mura e ai profumi speziati di mercati orientali.

Scrive l’artista: “L’ acqua é l’ esistenza e l’essenza di Istanbul. Dall’acqua e per essa, è nata. Da essa ha avuto potere, l’ha perso e poi riconquistato. Attraverso l’acqua Istanbul si è nutrita di altre civiltà ricambiandole con il suo ingegno e le sue bellezze. Nella sua scarsezza d’acqua entro le mura, ha trovato genio e sviluppo. Come il pensiero l’acqua si insinua e sgorga, fugge e si dissolve. Fa crescere e morire. Come le lacrime d’amore unisce e divide”.

“Acqua. Come Lacrime d’ Amore” sarà inaugurata con un importante evento arricchito da un week-end di visite culturali esclusive – il 13-14-15 settembre 2013 – per un nutrito gruppo di ospiti internazionali; parteciperanno rappresentanti delle Istituzioni, della cultura, dell’industria (e la preview verrà seguita da una cena nelle strade di Cibali): per informazioni, ArtTravel.

Per contattarmi:
giuse.mancini@gmail.com
https://www.facebook.com/IstanbulEuropa

4 Risposte a “Gli hamam di Istanbul, il Küçük Mustafa Paşa Hamamı”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.