La Pasqua ortodossa a Istanbul, l’epitaffio

Il calendario liturgico ortodosso e cattolico combaciano solo di rado, quest’anno la Pasqua degli ortodossi cade il 5 maggio. Siamo quindi in piena settimana santa: e oggi per l’epitaffio – il rituale del venerdì santo – sono stato a Büyükada, nella chiesa di Ayios Dimitrios. Due anni fa, ho fatto un bel giro: 5-6 chiese sulla sponda asiatica, a partire da quelle di Kuzguncuk; ma a causa degli spostamenti e dell’affollamento (molti istanbulioti che vivono in Grecia tornati per festività), non sono riuscito a seguire da vicino. Quest’anno mi sono piazzato lì all’inizio della celebrazione: che ruota attorno all’epitaffio, un baldacchino in legno su cui viene adagiato un telo con l’immagine del Cristo morto.

LEGGI ANCHE: Le isole di Istanbul, Büyükada

LEGGI ANCHE: Il pellegrinaggio di San Giorgio a Büyükada, 23 aprile 2013

I fedeli sono arrivati (in tutto un centinaio), hanno baciato più volte il telo e le sagome in legno della Santa croce, della Madonna e di Sant’Anna; alcuni bambini sono passati sotto il baldacchino: una tradizione che però non conosco. Tra preghiere e lamentazioni intonate dal coro, dopo una processione all’interno della chiesa aspergendo incenso a profusione, il sacerdote ha cosparso il telo di petali di fiori benedicendolo con l’acqua santa: e poi è stato portato in processione attorno alla chiesa, in un’atmosfera di suggestivo raccoglimento. E’ la prima volta che mi capita di assistere a un rituale cristiano che varca le mura di una chiesa e coinvolge invece il quartiere e i passanti, tutti rispettosissimi e anzi incuriositi: la dimostrazione che oggi ancora – anche se in uno spaio particolare e storicamente multi-etnico e multi-religioso come quello delle isole dei Principi – la convivenza in armonia e a volte in simbiosi è possibile. I prossimi appuntamenti sono domani alle 23 per la veglia pasquale e poi domenica per la messa delle 10: non so se riuscirò ad andare: se lo faccio vi aggiornerò sicuramente sul blog (e se non sarà per quest’anno, magari l’anno prossimo).





Precedente I quartieri di Istanbul, Eminönü Successivo Il festival dei burattini e delle marionette 2013 a Istanbul

2 commenti su “La Pasqua ortodossa a Istanbul, l’epitaffio

  1. Pingback: Istanbul, Europa: La Pasqua ortodossa a Istanbul, l’epitaffio | Istanbul, Avrupa

  2. Pingback: La chiesa greco-ortodossa di Sant'Eufemia a Kadıköy | Vivere Istanbul

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.