Le chiese di Istanbul, Sant’Eufemia di Kadıköy

Eufemia

Sant’Eufemia è una chiesa greco-ortodossa: non particolarmente pregevole da un punto di vista prettamente architettonico-artistico, ma estremamente significativa per la sua storia; ne ho comunque già parlato nell’itinerario – sulla sponda asiatica – Kadıköy a Moda. La santa era una giovane cristiana dell’allora Calcedonia: e all’inizio del IV secolo – esattamente il 16 settembre del 303 – conobbe il martirio, gettata in pasto ai leoni durante le persecuzioni di Diocleziano.

LEGGI ANCHE: Itinerario n°2 – Da Kadıköy a Moda

Nella basilica a lei successivamente dedicata, nel 451 ebbe luogo il celebre concilio – di Calcedonia, per l’appunto – che rigettò le dottrine monofisite; a quel concilio è legato un miracolo, perché venne chiesto proprio alla santa – inserendo nella teca che conteneva le sue spoglie mortali due dichiarazioni, una ortodossa e l’altra monofisita – di scegliere tra le due interpretazioni: dopo tre giorni, alla riapertura Sant’Eufemia aveva quella ortodossa in mano e quella monofisita sotto i piedi. Il miracolo è raffigurato nel nartece della chiesa, con un dipinto proprio sopra l’ayazama (sorgente di acqua miracolosa).

LEGGI ANCHE: Le ayazma di Istanbul

La chiesa, di dimensioni ridotte, non è quella originaria: che venne distrutta nel VII secolo, dai persiani; le reliquie vennero traslate in un’altra chiesa a lei dedicata, nei pressi dell’antico ippodromo: oggi si trovano nella chiesa del Patriarcato, sontuosamente custodite (ma ho letto che ne esistono anche a Rovigno, in Istria: non se si tratta di una tradizione rivale o dui alcune parti del corpo). Sant’Eufemia di Kadıköy si trova nell’omonima piazzetta, all’interno del mercato all’aperto: è stata ricostruita più volte, quella esistente – Ayia Efimia, per i turchi – è dell’ottocento.

Normalmente non è visitabile ma sbarrata, l’accesso è libero – dalla mattina fino al pomeriggio inoltrato – solo al nartece: io ci sono stato solo un paio di volte durante le funzioni, per l’epitaffio e in una normale domenica; è una chiesa importante, una delle quattro chiese metropolite di tutta la Turchia. Sant’Eufemia viene celebrata il 16 settembre, nel giorno del martirio; ma i greco-ortodossi – con una cerimonia al Patriarcato, aprendo la teca con i resti mortali della santa per una venerazione pubblica – ricordano specificamente il suo più noto miracolo, l’11 luglio.

Per contattarmi:
giuse.mancini@gmail.com
https://www.facebook.com/IstanbulEuropa
https://twitter.com/IstanbulEuropa


2 Risposte a “Le chiese di Istanbul, Sant’Eufemia di Kadıköy”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.