Le feste dell’islam a Istanbul, lo Şeker Bayramı

Ieri è finito il ramadan: e da oggi, non sono più necessari il digiuno e le varie astinenze di tutto un mese. Si fa festa, invece: l’Eid al-Fitr che in Turchia viene chiamato Şeker Bayramı, la festa dei dolci; è una festa che dura tre giorni, di cui viene celebrato con maggior impegno ed enfasi – anche per motivi religiosi – soprattutto il primo: e i dolci per l’appunto sono i grandi protagonisti. In effetti, ci sono per l’appunto risvolti religiosi: sull’argomento specifico ho però una conoscenza solo libresca e non ancora pratica, quindi mi concentro sugli aspetti più mondani.

La tradizione è quella della festa in famiglia e nel quartiere: anche se, a dire il vero, anche in virtù del periodo estivo molti ne approfittano per una bella vacanza; il risultato sono ingorghi spaventosi, prezzi degli autobus extra-urbani e di tutto il resto alle stelle: quest’anno grazie al gioco dei fine-settimana c’è chi si è avvantaggiato, con un mega-ponte di 10 giorni! I dolci, dicevo. Si organizzano visite a famigliari, vicini e amici: in rigoroso ordine di età, sono normalmente i più giovani che si spostano e i più anziani che ricevono; che riceve, distribuisce dolci a chi manifesta affetto e rispetto (il gesto rituale di baciare la mano destra e poi toccarla con la fronte): o anche qualche banconota ai più piccoli.

Oggi, in sostanza, ho già fatto indigestione di baklava, lokum (quelli ricoperti di cioccolato), cioccolatini vari, börek di rinforzo; e già da qualche settimana, esageratamente dall’inizio del ramadan, i supermercati vicino casa hanno sgombrato scaffali interi per riempirli di dolciumi d’ogni tipo. Ma siamo appena a metà pomeriggio, la festa almeno per oggi continua: e dire di no alle nuove proposte sarebbe davvero un sacrilegio, oltre che – per chi è goloso, come il sottoscritto! – un gran peccato.

2 Risposte a “Le feste dell’islam a Istanbul, lo Şeker Bayramı”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.