Crea sito

Le mie scuse a Mariano Giustino

Io credo che i giornalisti debbano sforzarsi di essere imparziali, basandosi sui fatti; non credo debbano farsi paladini di nulla, neanche dei “diritti dell’uomo”: perché il confine tra giornalismo e attivismo politico deve essere tenuto sempre distinto.

Mi sono permesso di far osservare, su twitter, che a mio avviso un giornalista non può definire “comunità religiosa bollata come terroristica” l’organizzazione di Fethullah Gülen, responsabile – lo affermano decine di sentenze della magistratura turca – del colpo di stato del 15 luglio 2016, con 250 vittime e il Parlamento bombardato. Primo, perché significa mancare di rispetto a tutti quelli che sono morti, o rimasti feriti; secondo, più semplicemente, perché questa definizione non corrisponde ai fatti; l’uso della violenza, invece, andrebbe sempre condannato. Ma per l’appunto, è una mia interpretazione e una mia idea.

Inoltre, ritengo che i giornalisti non debbano mai prendere posizione a favore di manifestanti, neanche quando i manifestanti hanno fondamentalmente ragione: non è il loro compito, a mio avviso. I giornalisti devono invece presentare le parti in causa e le loro posizioni, dando voce a tutti ma con distacco. Ancora una volta, è la mia idea.

Pare però il collega Mariano Giustino, corrispondente di Radio Radicale dalla Turchia, si senta in pericolo per queste mie critiche pubbliche. Se è così, ritratto: elimino immediatamente i miei tweet, mi riprometto di non esprimere più alcuna critica sulle sue attività pubblicistiche. Lo avrei fatto immediatamente, se mi fosse stato chiesto (purtroppo non è andata così).

Del resto non ho mai avuto nulla contro di lui; alcuni anni fa scrissi persino un articolo per una rivista che dirige. Non avevo alcuna intenzione di metterlo in cattiva luce, né di invocare censure, né soprattutto di intimidirlo o peggio. Semplicemente, non condivido il suo modo di fare giornalismo: che è infatti liberissimo di portare avanti come meglio crede opportuno.

Mi scuso, spero che la polemica possa essere chiusa senza ulteriori strascichi; che quello che è stato scritto, da ambo le parti, possa essere ritirato. Io almeno farò così, sperando per l’appunto di incontrare analoga sensibilità.

2 Risposte a “Le mie scuse a Mariano Giustino”

  1. Bravo Giuseppe sono molto fiero di te per questo annuncio
    non ho creduto mai che tu prendi fonti ecconomici
    abiiamo avuto stessi opinioni a volte a volte opposti e non ho mai avuto la tua onesta intellettuale
    e Mariano pure e molto onesto intellettualmente se anche a volte suoi opinioni contrario al suo partito non si ritira di porre suoı opinioni
    Noi abbiamo bisogno di te e di mariano

    e geçmiş olsun mio caro amico pippo mi parlato della tua situazione sanitario

    1. come ho scritto, bastava chiedere di cancellare e avrei cancellato: non c’era bisogno di altro. grazie per tutto il resto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.