La vera storia della torre di Leandro

La cosiddetta torre di Leandro è uno dei tanti di monumenti da cartolina di cui è dotata Istanbul. Si trova a Üsküdar, sulla costa asiatica: una torre costruita su di uno sperone di roccia nel mare, a 200 metri dalla riva. E’ talmente vicina che ospita una gara di nuoto – o la ospitava: non sono sicuro che la facciano ancora – dalla riva alla torre.

La torre in sé è facilmente raggiungibile via barca, con degli orari regolari. Dentro non c’è granché, se non una sorta di caffè-ristorante dai prezzi elevati e dalla qualità – o almeno così ho sentito dire – piuttosto trascurabile. E’ il punto ideale per godersi il tramonto sulla città: se non dalla mini-isoletta, almeno dalla costa che pullula di caffè più o meno improvvisati, direttamente sui gradoni in cemento armato. Spero però che prima o poi le autorità locali si decidano a costruire una passeggiata attrezzata.

LEGGI ANCHE: I quartieri di Istanbul, Kuzguncuk

In ogni caso, il problema di fondo è che quella torre con Leandro – o meglio, con Hero e Leandro non c’entra un bel nulla. La torre è stata costruita e ricostruita sia ai tempi della colonia greca di Chrysopolis, sia in epoca bizantina e poi ottomana. Quella attuale è stata costruita – in pietra – nel ‘700 e poi restaurata più volte. Ha fatto anche da sfondo e da set per un paio di film di James Bond, ma confesso di non averli visti. Tra l’altro, il nome turco è Kız Kulesi, la torre di una fanciulla: è legata a un’altra leggenda, ovviamente sempre tragica.

Hero e Leandro, allora? La storia tragica dei due amanti – Leandro che raggiunge a nuoto la sua amata Hero nella torre, prima di finire lui affogato e lei suicida gettandosi nel vuoto per il dolore – è ambientata in realtà sui Dardanelli, tra Sestos sulla costa europea e Abydos sulla costa asiatica. La loro storia-leggenda ha preso definitiva forma poetica nel V secolo, per merito di Musaeus (ho comprato e letto recentemente l’edizione critica di Belles Lettres, top assoluto per le edizioni serie dei classici). Da leggere, assolutamente da leggere!

Precedente Ottanta milioni di fanatici islamisti turchi pronti ad invadere l’Europa Successivo Omero: tutto quello che c'è da sapere

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.