La lunga strada (ferrata) del Marmaray

Come vedete, ormai ci siamo. O quasi, insomma. Nel senso: quello della foto è un tratto della linea ferroviaria urbana che (ri)collegherà le periferie di Istanbul, 76 chilometri da Gezbe (est) ad Halkalı (ovest), e che verrà però percorsa anche da treni veloci ad alta percorrenza e treni merci.

E’ un tratto della nuova via (ferrata) della Seta, che già attraversa il Bosforo grazie al tunnel del Marmaray inaugurato il 29 ottobre 2013: ve ne ho parlato ripetutamente. Il collegamento pre-esistente è stato smantellato e rifatto ex novo. Anzi, per meglio dire è in via di rifacimento: e con qualche anno di ritardo, dovrebbe entrare finalmente in funzione alla fine del 2018. Ce la faranno i nostri eroi? Visto che nel 2019 si vota, direi di sì!

LEGGI ANCHE: Guida ai trasporti di Istanbul, il Marmaray

Il cambiamento epocale è dato dal fatto che in precedenza i rami orientale e occidentale non erano continui: ci si fermava nelle stazioni storiche sul Bosforo di Haydarpaşa e Sirkeci, poi si proseguiva col battello. Grazie al Marmaray, per compiere tutto il percorso ci vorranno meno di 2 ore.

A proposito di stazioni, però, qui ancora non abbiamo capito cosa ne sarà della “nostra” (cioè, di quella vicino a dove abito io): molte sono state smantellate ma questa è ancora in piedi, al momento stanno scavando un sottopassaggio. Avremo magari una stazione sotterranea e quella storica verrà preservata? Staremo a vedere!

Precedente Ora e sempre, Peripella Successivo Palloncini italiani a Istanbul

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.