Quel che resta del Milion romano di Istanbul

Del Milion di Costantinopoli rimane davvero ben poco: solo un frammento di quello che era invece un grande monumento, oggi eretto a mo’ di obelisco a Sultanahmet (vicino all’ingresso della cosiddetta “basilica cisterna”.

LEGGI ANCHE: Istanbul romana, la colonna di Teodosio

E’ lì in un angolo, quindi in pochi ci fanno caso; d’altra parte, la differenza tra come era (potete vederne una ricostruzione sul sito Byzantium 1200) e com’è ridotto mette tristezza.

LEGGI ANCHE: Istanbul romana, le ricostruzioni digitali di Byzantium 1200

Venne edificato dal fondatore Costantino come doppio arco trionfale, sormontato – dicono le fonti antiche – dalle statue sua e di sua mamma Sant’Elena. La funzione è quella classica di miliare, proprio come a Roma: misurare le distanze – incise sulla pietra – dalla capitale imperiale, dalla nuova Roma.

LEGGI ANCHE: La Porta d’Oro di Costantinopoli

E’ rimasto in piedi e sostanzialmente integro fino a qualche tempo dopo la conquista ottomana del 1453, poi è stato probabilmente smantellato per riutilizzarne i materiali altrove; il frammento esistente è stato recuperato archeologicamente negli anni ’60, oggi attrae solo qualche turista distratto (o stanco di fare la fila davanti a Ayasofya).

LEGGI ANCHE: La cisterna di Aetius a Istanbul

Precedente C'è un tesoro nelle mura di Galata Successivo Un Capodanno di trasgressione a Istanbul

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.