Le moschee di Istanbul, la Cumhuriyet camii di piazza Taksim

Ho deciso di costruire il blog – ma chi lo segue costantemente se n’è già accorto – attraverso una serie di rubriche a rotazione: occupandomi di volta in volta – senza scadenze prefissate, ma in base all’ispirazione – di ristoranti, luoghi dello shopping, manifestazioni culturali, musei, parchi, palazzi (e altro ancora: nuove rubriche potrebbero nascere inaspettatamente).

Oggi comincio a occuparmi di moschee, con l’intenzione di selezionare le più affascinanti e le meno note: ma la prima è una moschea che ancora non c’è e forse non ci sarà mai, Cumhuriyet camii (la moschea della Repubblica) in piazza Taksimla piazza nel cuore della Istanbul europea, in questi mesi oggetto di invasivi e insidiosi interventi di restyling.

LEGGI ANCHE: I lavori di piazza Taksim

LEGGI ANCHE: La nuova piazza Taksim prende forma

LEGGI ANCHE: La nuova piazza Taksim (reprise)

Ieri sono andato a intervistare l’autore del progetto controverso come non mai, l’architetto Ahmet Vefik Alp. Progetto controverso perché molti pensano che in una piazza dedicata ai valori repubblicani, all’indipendenza, alla modernità e ad Atatürk, una moschea sia totalmente fuori posto. Come potete vedere dal rendering, però, l’idea è proprio quella di dare un tocco esteticamente rilevante di modernità: perché Alp, per l’appunto, sostiene che è una follia – come è stato fatto altrove, a Istanbul – continuare a costruire in “stile ottomano”, scopiazzando le moschee di Mimar Sinan che ha costruito Süleymaniye; e mi ha fatto osservare che lo stesso Sinan, se tornasse in vita oggi, farebbe tutt’altro: 500 anni fa aveva a disposizione solo la pietra, oggi materiali e tecniche (vetro e a acciaio su tutti) molto più versatili.

LEGGI ANCHE: La Triennale d’arte di Istanbul (2013) a piazza Taksim

LEGGI ANCHE: La Istanbul di Henri Prost (1931-1951), documenti e foto

LEGGI ANCHE: Taksim. Il cuore di Istanbul

LEGGI ANCHE: La storia del parco Gezi di Istanbul

La moschea di Alp, la moschea della Repubblica, è anche altro: un centro culturale con biblioteca, tre piani – dei 7 piani interrati previsti, 2 sono adibiti a parcheggi – dedicati a un museo delle tre religioni monoteiste. Tra l’altro, non gl’è mai passato per la testa di piazzarla – come alcuni pensano – al centro della piazza; si troverebbe più defilata, dietro al grande serbatoio per l’acqua oggi trasformato in spazio espositivo e al posto di uno squallido parcheggio. La moschea in sé, lo spazio per la preghiera, è un capolavoro di leggerezza: un duplice spazio, all’esterno e all’interno, con una cupola sorretta da colonne che rappresentano persone in preghiera.

LEGGI ANCHE: Le proteste di piazza a Istanbul (maggio-giugno 2013)

LEGGI ANCHE: La mappa delle proteste a Istanbul

LEGGI ANCHE: Le foto delle proteste a Istanbul

LEGGI ANCHE: Le proteste a Istanbul e la cultura negata

L’altezza prevista è di ventri metri, quella del minareto di quaranta; l’involucro della cupola rappresenta l’infinito, il nome di Allah è nascosto nell’innervatura che ricorda quella del legno e che funge anche da filtro per la luce. Complessivamente, c’è spazio per 1400 fedeli; complessivamente, dovrebbe costare circa 20 milioni di dollari (finanziati attraverso donazioni): ma l’approvazione definitiva delle autorità preposte e del primo ministro Erdoğan ancora non è arrivata.

Per contattarmi:
giuse.mancini@gmail.com
https://www.facebook.com/IstanbulEuropa

Precedente Natale a Istanbul: la messa di mezzanotte a Bakırköy Successivo Agenda 2013 e Hrant Dink

3 commenti su “Le moschee di Istanbul, la Cumhuriyet camii di piazza Taksim

  1. Pingback: Mille e una Istanbul: Le moschee di Istanbul, la Cumhuriyet camii di piazza Taksim | Istanbul, Avrupa

  2. Pingback: La moschea del sultano Yavuz a Istanbul | Vivere Istanbul

  3. tomasssso il said:

    Mah… certo che è proprio bruttina! Sarà anche vero che non si dovrebbe continuare ad imitare il passato, ma se l’alternativa è questa… sinceramente preferirei qualcosa di banalmente tradizionale. A questo punto meglio lo squallido parcheggio! 🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.