Le moschee di Istanbul, Mihrimah Sultan

Una buona notizia per chi ha intenzione di seguire alcuni dei miei itinerari (lungo le mura di Costantinopoli, oppure su e giù per le colline di Istanbul): i restauri della spettacolare moschea di Mihrimah Sultan a Edirnekapı – in corso da molti anni – sono ormai pressoché conclusi, si può finalmente accedere al bellissimo quadriportico.

LEGGI ANCHE: Itinerario n° 1 – Lungo le mura di Costantinopoli

LEGGI ANCHE: Itinerario n° 5 – Su e giù per le colline di Istanbul (Fatih)

LEGGI ANCHE: Chiese e moschee a Istanbul

La moschea tardo-cinquecentesca è uno dei capolavori assoluti del celebre architetto ottomano Mimar Sinan, costruita per la figlia di Solimano e Roxelana a ridosso della porta nella cinta muraria romana da cui Maometto II entrò nella Costantinopoli appena conquistata: si erge sulla sesta collina delle sette inglobate nella città romana, la più alta a 77 metri sul livello del mare (attenzione a non far confusione con l’omonima moschea di Üsküdar).

Trovo entusiasmanti sia la sistemazione urbanistica del complesso, sia la qualità architettonica della moschea, sia soprattutto la luminosità sorprendente dell’interno: ed è un peccato che ogni volta che ci capito, mentre la vicina San Salvatore in Chora è invasa da turisti “organizzati”, trovo solo rari visitatori.

LEGGI ANCHE: I libri su Istanbul, La città ai confini del cielo (di Elif Şafak)

LEGGI ANCHE: La mostra su Mimar Sinan a Tophane

LEGGI ANCHE: Mimar Sinan, l’architetto dei Sultani

LEGGI ANCHE: I mosaici bizantini di San Salvatore in Chora

MS00
MS01
MS02

Precedente Il "velo islamico" di Arisa Successivo Il nuovo governo turco

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.