Crea sito

Le mura di Galata e il parcheggio comunale

MGa00

Alcuni mesi fa, vi avevo parlato dello stato di degrado e di abbandono delle mura genovesi di Galata: e di come l’unica porta rimasta della cinta muraria originaria, nei pressi della nuova linea della metro (e del ponte sul Corno d’oro), fosse inaccessibile.

LEGGI ANCHE: Le mura (abbandonate) di Galata

LEGGI ANCHE: La torre di Galata, le fortezze genovesi e l’Unesco

LEGGI ANCHE: La Turchia in Italia, il gemellaggio tra Genova e Beyoğlu

Beh, invece di migliorare le cose sono perfino peggiorate: la lamiera è stata rimossa e adesso si può transitare attraverso la porta, ma nulla è stato fatto per combattere il degrado e la municipalità di Istanbul ha pensato bene di realizzare un mini-parcheggio proprio a ridosso delle mura. Eppure, un paio di anni fa l’assessore alla Cultura del comune di Genova mi aveva parlato della volontà di realizzare percorsi di visita, con pannelli informativi: ma di quelle buone intenzioni ancora non vedo traccia (proverò a ricontattarli, vediamo un po’ cosa mi dicono).

E poi, può anche capitare che – come testimoniano queste foto del 31 agosto 2016 – ci vogliano passare coi camion, rimanendo quasi incastrati (e poi costretti a impervie manovre) 🙂

Galata201601
Galata201602

MGa01
MGa02
MGa03
MGa04
MGa05

Una risposta a “Le mura di Galata e il parcheggio comunale”

  1. Benedeti che cosa vi aspetate dai turcheti?!
    Xè ancha vero che le mura le xè genovesi che li xè stati dei cancheri con noi venexiani ma se trata sempre de Cristiani ostaria e andarebero tratati come Dio comanda!
    La verità la xè che questa bela cità la andaria spopolata de turcheti mandati al diavolo a calci nel dedrio e obligati a portare il fez con il codin per poderli riconoscere subito e se necesario masarli de bruto perché presto deto.
    I turcheti se trata de una rasa de violenti che masacra le minoranse e non cià lminimo senso umano che sia Armeni o Greci o Curdi e va ancha a rompere i maroni fino in Cina con i suoi turanici uighuri che saria dei selvagion sasini che coltella i poareti ne le stazioni feroviarie!
    Li gha paura solo dei Rusi che ogni tanto ci spazola come si deve il gropon da somari insoma i turcheti li xè dei rompiscatole che va tenuti lontano da la civiltà!
    Buleghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.