Crollano le mura di Istanbul

Mi viene proprio voglia di dire: ve l’avevo detto! Anzi, l’ho detto sul serio – e spesso – a più di qualcuno che ho portato a vedere le mura romane di Istanbul: “quella torretta prima o poi se ne viene giù, da sola“. E aggiungevo: “se vi volete avventurare sui camminamenti, a vostro rischio e pericolo!”

E infatti così è stato, dalle parti della fermata della metro di Topkapı—Ulubatlı; dall’altra parte della strada inizia la salita verso Edirnekapı attraverso Sulukule (un quartiere degradato, una vera e propria baraccopoli opportunamente bonificata pochi anni fa).

LEGGI ANCHE: Itinerario n° 1 – Lungo le mura di Costantinopoli

Lo stato della conservazione della torre caduta la potete vedere in queste foto prese dalla stampa turca online: faceva parte del sistema difensivo della città romana – V secolo, i tempi di Teodosio – poi risistemata in epoca successiva, l’ultima volta non so quando.

La mia critica di fondo è che con i fondi Unesco – sì, l’area delle mura è tutta tutelata dall’Unesco – si è scelto di ricostruire le porte di accesso monumentali (con effetto Disneyland) mentre tutto il resto è stato lasciato in abbandono: dai fossati trasformati in orti alle torri pericolanti che nessuno ha pensato di mettere in sicurezza. E purtroppo non sarà l’ultima, a sbriciolarsi così.

LEGGI ANCHE: Il nuovo museo di Istanbul in costruzione

Tra l’altro, siamo anche vicinissimi a dove sorgerà il nuovo museo della città di Istanbul; personalmente, avrei investito qualcosa nel realizzare un vero e proprio parco urbano lungo tutta l’estensione delle mura (sui 7 chilometri).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.