Come sarà il nuovo aeroporto di Istanbul?

Nei giorni scorsi è stata diffusa una video-animazione sul nuovo aeroporto di Istanbul, destinato a diventare operativo già il 29 ottobre del 2018 (ci vorrà però ancora tempo per il suo completamento, quando potrà gestire un traffico di 200 milioni di viaggiatori grazie alle sue 6 piste).

La retorica è ovviamente ai massimi livelli, ma penso tutto sommato giustificata: “the meeting point of the world“. Il progetto è stato affidato allo studio internazionale Grimshaw (top mondiale), alla torre di controllo c’ha pensato invece Pininfarina.

LEGGI ANCHE: Nuovo aeroporto, nuova metro (a Istanbul)

E’ parecchio fuori mano, sulle sponde del mar Nero; ma avrà dei collegamenti diretti attraverso sia la metropolitana, sia la linea ad alta velocità del terzo ponte sul Bosforo.

Come potete vedere, le “spose bambine” e le “donne velate” – di cui si parla ossessivamente in Italia – le hanno tenute ben nascoste; alla fine del filmato fa però capolino una moschea: e adesso, come la mettiamo?

Precedente Souad Sbai, le spose bambine e il parlamento turco Successivo Riflessioni su un viaggio a Istanbul (di Silvia C.)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.