OMM, il nuovo museo di arte moderna di Eskişehir

Tra il 7 e l’8 settembre, con una festa che andrà avanti per tutta la notte, aprirà al pubblico il nuovo museo di arte moderna – o Omm – nel quartiere storico di Odunpazarı, ad Eskişehir (a metà strada tra Istanbul e Ankara).

E’ un museo privato, che ospita la collezione dell’architetto e costruttore Erol Tabanca. Io ho già visitato in assoluta anteprima il museo, ho parlato sia con Tabanca sia con l’architetto che l’ho costruito, ho avuto la possibilità di soggiornare nel piccolo hotel che fa parte del progetto (12 camere e suites in case tradizionali restaurate).

LEGGI ANCHE: Ad Antiochia, l’hotel più bello del mondo

Ho scritto un primo articoletto introduttivo per Il Giornale dell’Arte, di cui vi segnalo qualche passaggio saliente; poi dopo l’inaugurazione ne uscirà uno molto più approfondito – con le interviste – su Al-Monitor.

Tutto questo per dire: in aperto contrasto con le scemenze pubblicate sulla stampa italiana, in Turchia continua a esserci un grande fermento culturale che dà vita a nuovi musei, nuovi progetti, nuovi festival: alcuni dei quali fanno impallidire quelli italiani.

[…]

L’architetto-costruttore vede il suo museo come analogo al Guggenheim di Bilbao: “un museo noto in tutto il mondo per l’edificio che lo ospita. Il progetto è stato disegnato da Yuki Ikeguchi dello studio giapponese di Kengo Kuma, tutto in legno – con travi a sbalzo – per richiamare le tradizioni commerciali e abitative di Odunpazari. È formato da cubi di varie dimensioni, è diviso 9 spazi espositivi su di una superficie totale di 4500 m²; torsioni e rotazioni della struttura orientano il naturale fluire dei visitatori.

[…]

La mostra collettiva inaugurale – Reunion/Vuslat, curata da Haldun Dostoglu – presenta circa 200 opere di artisti prevalentemente turchi, tra cui spiccano Erol Akyavas, Ramazan Bayrakoglu, Tayfun Erdogmuş, Ilhan Koman, Canan Tolon. In futuro l’OMM vuole attrarre, per progetti specifici, altri artisti giovani e di estrazione internazionale.

Precedente Il museo archeologico nell'hotel di Antakya Successivo Muse nella casa di Zeugma

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.