Crea sito

Le foto dal balcone di Orhan Pamuk

C’è una mostra, a Istanbul, che andrebbe assolutamente vista (e c’è tempo fino al 27 aprile): una mostra al centro culturale dello Yapı Kredi, davanti al liceo Galatasaray, che raccoglie foto scattate dallo scrittore Orhan Pamuk – premio Nobel per la letteratura nel 2006 – direttamente dal suo balcone.

LEGGI ANCHE: L’innocenza degli oggetti di Orhan Pamuk

Ne ho parlato in un mio articolo di prossima pubblicazione: un articolo più ampio sulla collaborazione artistica tra Pamuk e Ara Güler, di cui ho già parlato altrove. Anche le foto della mostra e delle foto sono mie.

LEGGI ANCHE: In ricordo di Ara Güler

[…]

Ha ripreso a dipingere e a far foto nel 2007, poi nel novembre 2012 a New York ha comprato una Canon 5D, un teleobiettivo e un treppiedi. Ha posizionato il tutto sul suo balcone della sua casa-ufficio che domina il Bosforo: e click, click, click, da dicembre all’aprile successivo ha scattato 8500 foto – 70 al giorno, 7 per ogni ora di lavoro alla sua scrivania. Ne ha selezionate 568, che sono diventate un libro e una mostra a Istanbul: “Balkon”, il balcone al centro della Istanbul intimistica e malinconica, invernale e dalle tinte soffuse, di Orhan Pamuk.

[…]

Sono foto d’impeto, improvvisate; non pianificate, non premeditate. L’obiettivo di Pamuk: registrare e preservare momenti di fortuita e fuggevole bellezza, attimi in cui la luce penetra tra le nuvole e le cupole della città romana e ottomana e crea combinazioni sorprendenti. Il vero protagonista è però il Bosforo, come proprio nel suo libro Istanbul: le navi di passaggio, dalle petroliere gigantesche ai traghetti per i pendolari alle fragili imbarcazioni dei pescatori; le nuvole veloci che si compongono e ricompongono, mischiate al fumo intenso dei fumaioli, quasi a formare concrezioni; i colori, attenuati dall’inverno: i blu, i verdi, gli arancioni, i violetti e loro combinazioni stratificate.

[…]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.