I sapori di Istanbul, il pide (di Bafra)

bafra-pide

Uno dei grandi vantaggi di vivere a Istanbul è che se non hai voglia di cucinare e di uscire, basta un colpo di telefono – o pochi clic su Internet – per farti arrivare a casa in poche decine di minuti una cena fragrante e fumante, senza costi aggiuntivi.

LEGGI ANCHE: Il cibo a Istanbul

LEGGI ANCHE: I sapori di Istanbul, sucuk e pastırma

Ieri sera, ad esempio, abbiamo optato per il pide di Bafra: avevamo visto la loro presentazione – entusiastica – in una delle trasmissioni culinarie più seguite, aspettavamo solo l’occasione giusta per provarlo. E abbiamo fatto benissimo: grandissima e stuzzicante qualità. Lo so, c’è chi si starà chiedendo: cos’è ‘sto pide? Per attrarre clienti stranieri, lo chiamano “pizza turca”: ma è in realtà più una focaccia che una pizza, dalla caratteristica forma oblunga a canoa, cotta in un forno rigorosamente a legna .

Esiste in due versioni, aperta o chiusa (una sorta di calzone): ma Bafra la fa in effetti tonda. Le interpretazioni sono varie: con carne macinata, formaggio o formaggi, verdure, pastırma, con aggiunta di uovo, mistissma. Particolarità del pide di Bafra, che ha così conquistato la leadership della mia personalissima classifica, l’uso generosissimo di burro di Trabzon/Trebisonda: dopotutto il pide ha origine proprio nella regione del mar Nero (famosa per l’appunto per i suoi prodotti caseari), da cui provengono i proprietari e gestori.

Per chi è di passaggio: Bafra lo trovate sulla sponda asiatica, a Kızıltoprak, vicino allo stadio del Fenerbahçe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.