Savarona, lo yacht di Atatürk

Savarona

AGGIORNAMENTO (marzo 2015): lo Stato turco ha ripreso possesso del Savarona, adesso è ormeggiato sotto il primo ponte sul Bosforo e il presidente Erdoğan lo ha utilizzato ieri per impegno ufficiale, ospitando il presidente bosniaco Izetbegović (la prima volta, dai tempi di Atatürk); ovviamente, non è più possibile affittarlo per feste private

Ieri ero a cena dalla mia famiglia turca, con vista mare (di Marmara) e isole (dei Principi). E con una sorpresa speciale: lo yacht Savarona proprio sotto da noi, per un giro nella rada. Sinceramente, fino a ieri neanche sospettavo l’esistenza di questa immensa barca – il più grande yacht al mondo, al momento del varo nel 1931 – lunga 134 metri: ma a quanto pare in Turchia ha uno status iconico. Infatti, anche se venne costruita in origine per una ricca ereditiera americana, nel 1938 la Repubblica l’acquistò per Atatürk: la usò però solo una volta perché morì da lì a poco, ma questo basta per renderla speciale; anche se, a dire il vero, dopo alterne vicende e dopo esser rimasta abbandonata nell’accademia navale di Heybeliada semidistrutta da un incendio, solo negli anni ’90 è stata completamente restaurata e ha ripreso il mare.

E’ ancora di proprietà dello stato, che l’ha ceduta per 49 anni al ricco imprenditore che l’ha fatta rivivere: e che si ripaga la spesa affittandola a ricconi per crociere di lusso, a Istanbul e sul Bosforo ma anche altrove. Oltre alla lunghezza, l’altro punto di forza sono gli interni sfarzosissimi; sul sito web della Savarona – dimenticavo, il suo nome è quello di un cigno africano – ci sono tutti i dettagli di ogni singolo appartamento e degli ambienti comuni: gli arredi sono opere d’arte, gli spazi ampi e accoglienti, le decorazioni preziose, il servizio raffinatissimo, l’atmosfera da fiaba.

E’ stato costruito un hamam autentico, con marmi pregiati; la biblioteca custodisce dei libri provenienti da quella privata di Atatürk: e in più sono stati realizzati un piccolo cinema e un centro fitness. Alcune delle 17 suite sono da sogno: soprattutto la Savarona di circa 100 mq, con solarium privato e jacuzzi. Sul sito – non aggiornato – vengono indicati i prezzi per crociere di una settimana nel 2008, da 6000 a 12000 euro per suite da due persone; ma so che lo yacht viene affittato anche per eventi o tour speciali: se volete chiedere il prezzo, trovate online tutti i recapiti.

Per contattarmi:
giuse.mancini@gmail.com
https://www.facebook.com/IstanbulEuropa

Precedente Le mostre a Istanbul, i relitti di Yenikapı Successivo Le mostre a Istanbul, Io ancora ricordo (Akillas Millas)

Un commento su “Savarona, lo yacht di Atatürk

  1. Pingback: Istanbul, Europa: Savarona, lo yacht di Atatürk | Istanbul, Avrupa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.